Travel Guide Blog - News dall'Europa

Roma: Pietro Cascella al Planetario. I segreti del cielo

Scritto da Fiamma • Mercoledì, 15 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Roma

La Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma riapre dopo due anni di restauri l’Aula ottagona delle Terme di Diocleziano, ai più nota come Il Planetario.



Con l’occasione, lo spazio accoglie la mostra “Pietro Cascella al Planetario. I segreti del cielo” curata da Elena Pontiggia.
Il binomio non è casuale. Infatti, in molti ricordano la suggestione del firmamento all'interno del Planetario che dal giorno della sua inaugurazione, il 28 ottobre 1928, detenne a lungo il primato di più grande d’Europa, grazie all’ampia maglia artificiale della calotta, sorretta da snelle colonnine in ghisa, e al proiettore Zeiss, lo straordinario macchinario donato dalla Germania all’Italia a parziale riparazione dei danni della prima guerra mondiale.

Oggi vengono esposte 16 opere dello scultore scomparso nel maggio del 2008 che citano, tutte, il tema del cielo.
Sole, luna, meteore, volte celesti, costellazioni, astri ricorrono continuamente nella sua scultura, con valenze insieme complementari e antitetiche. Ci appaiono come elementi della natura e come presenze che la oltrepassano, come fonti di energia e come motivi di contemplazione, come figure circoscritte e come segni dell’infinito, come ricordi di imprese spaziali e come luoghi del mistero, come oggetto della scienza e come origine del mito
”, scrive Elena Pontiggia.

Marmi, bronzi, gessi e travertino si ritrovano sotto la cupola della Rotunda Diocletiani o aula ottagona - cosiddetta per la forma della sua pianta, quadrata all'esterno ma ottagonale all'interno, raccordata da nicchie semicircolari angolari.
La cupola è un mirabile esempio delle conquiste dell'architettura romana nella sua forma ad ombrello e anello di chiusura centrale.
Il consolidamento e il restauro condotto dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, mirato alla messa in sicurezza del complesso, ha restituito la consistenza e la coesione alle strutture antiche.

Una micro sabbiatura a pressione controllata sull’intradosso della cupola ha asportato lo strato resinoso superficiale che impediva la traspirazione della muratura e ha messo in evidenza l’originaria tessitura muraria e le costolature della calotta antica, offrendo al pubblico un’immagine rinnovata dell’ambiente termale.


>>Continua a leggere "Roma: Pietro Cascella al Planetario. I segreti del cielo"

745 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Roma: Pietro Cascella al Planetario. I segreti del cielo Technorati Roma: Pietro Cascella al Planetario. I segreti del cielo Google Roma: Pietro Cascella al Planetario. I segreti del cielo Bookmark Roma: Pietro Cascella al Planetario. I segreti del cielo  at del.icio.us Digg Roma: Pietro Cascella al Planetario. I segreti del cielo Bookmark Roma: Pietro Cascella al Planetario. I segreti del cielo  at YahooMyWeb Bookmark Roma: Pietro Cascella al Planetario. I segreti del cielo  at reddit.com Bookmark Roma: Pietro Cascella al Planetario. I segreti del cielo  at NewsVine Bookmark Roma: Pietro Cascella al Planetario. I segreti del cielo  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Bellaria - Tango Fusion: l’evento sul Tango più grande in Europa per festeggiare il Capodanno

Scritto da Fiamma • Martedì, 14 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Italia

Ballare il Tango è come raccontare una storia. Una storia appassionante che coinvolge un uomo ed una donna, che travolge i loro corpi negli energici ed emozionanti passi di questa danza.
Sono sempre più numerosi coloro che si avvicinano alla cultura del Tango, alla sua musica, ai contenuti delle canzoni e desiderano approfondirne tradizioni e origini.

Esistono oggi diversi stili di Tango: folklore, milonguero, salon, escenario, nuevo salon. Ma è possibile conoscerli ed assaporarli tutti solo al Festival Europeo Tango Fusion di Bellaria, il più importante evento di Tango in Europa.
Il festival per appassionati e professionisti è anche l’occasione per partecipare alla terza edizione del Congresso Internazionale di Tango Argentino al quale prendono parte illustri personaggi del settore.

Dal 29 dicembre al 2 gennaio 2011 le giornate, per chi decide di vivere la travolgente esperienza del Tango Fusion, saranno scandite da utili workshop, bellissime lezioni di ballo e le serate da vivaci party in compagnia di ottimi Dj e milonghe non stop.


>>Continua a leggere "Bellaria - Tango Fusion: l’evento sul Tango più grande in Europa per festeggiare il Capodanno"

427 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Bellaria - Tango Fusion: l’evento sul Tango più grande in Europa per festeggiare il Capodanno Technorati Bellaria - Tango Fusion: l’evento sul Tango più grande in Europa per festeggiare il Capodanno Google Bellaria - Tango Fusion: l’evento sul Tango più grande in Europa per festeggiare il Capodanno Bookmark Bellaria - Tango Fusion: l’evento sul Tango più grande in Europa per festeggiare il Capodanno  at del.icio.us Digg Bellaria - Tango Fusion: l’evento sul Tango più grande in Europa per festeggiare il Capodanno Bookmark Bellaria - Tango Fusion: l’evento sul Tango più grande in Europa per festeggiare il Capodanno  at YahooMyWeb Bookmark Bellaria - Tango Fusion: l’evento sul Tango più grande in Europa per festeggiare il Capodanno  at reddit.com Bookmark Bellaria - Tango Fusion: l’evento sul Tango più grande in Europa per festeggiare il Capodanno  at NewsVine Bookmark Bellaria - Tango Fusion: l’evento sul Tango più grande in Europa per festeggiare il Capodanno  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Toscana: Vacanze di Natale alla scoperta del vino Nobile di Montepulciano

Scritto da Fiamma • Martedì, 14 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Italia

Alla scoperta del vino Nobile di Montepulciano
Un percorso fra sapori, tradizioni e cultura in un paesaggio da fiaba.



Montepulciano e il suo vino sono sinonimo di qualità e di eccellenza del mondo dell'enogastronomia.
Un percorso che non ripercorre solo le migliori cantine dove poterlo gustare in tutta la sua squisitezza ma è anche un modo per vivere fino in fondo un territorio dove sapori, arte, cultura e tradizione sono i protagonisti.

Montepulciano
La città si sviluppa sul crinale di un’altura, completamente avvolto dalle mura cittadine.
Il tempo sembra essersi fermato e i monumenti, ben curati e tenuti sono opera di famosi architetti del passato: Antonio da Sangallo il Vecchio, il Vignola e Michelozzo. Per visitare la città si può seguire la strada principale da cui si possono scorgere numerosi angoli suggestivi.

Consigliamo di visitare: Il Palazzo Comunale, Piazza Grande 1, (aperto dal lunedì al sabato) dalla cui torre si può vedere un panorama senza eguali; il Duomo, Piazza Grande, (aperto tutti i giorni), Sant’Agostino, Piazza Michelozzo (aperta tutti i giorni); Madonna di San Biagio, si trova in Via San Biagio 14 sotto la cinta muraria in direzione sud (aperta tutti i giorni). Inoltre, pur essendo chiusi, meritano di essere visti dall’esterno Palazzo Budelli, Corso 73, la cui struttura si articola nella parte bassa con rilievi e urne funerarie etrusche; Palazzo Tarugi, Piazza Grande, imponente palazzo del XVI, si trova accanto al municipio ed è un bel esempio di architettura del cinquecento.

Chiusi
Nasce come un insieme di villaggi agricoli etruschi disseminati nei colli intorno al più alto di questi, il Cleusin, dove si dice che visse Porsenna.
Nel camminare per le vie della città si percepisce ancora il modo di vivere degli etruschi. Per rivivere la storia della città suggeriamo di iniziare la visita dal Museo Nazionale Etrusco, Via Porsenna 2 tel 0578 20177 (aperto tutti i giorni), per poi arrivare al Duomo, Piazza del Duomo (aperto tutti i giorni) dove potrete visitare anche il Museo della Cattedrale, tel 0578 226490 (aperto tutti i giorni) all’interno del quale è data la possibilità di prenotare le visite alla gallerie sotterranee della città.

Cantine da Visitare......


>>Continua a leggere "Toscana: Vacanze di Natale alla scoperta del vino Nobile di Montepulciano"

735 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Toscana: Vacanze di Natale alla scoperta del vino Nobile di Montepulciano Technorati Toscana: Vacanze di Natale alla scoperta del vino Nobile di Montepulciano Google Toscana: Vacanze di Natale alla scoperta del vino Nobile di Montepulciano Bookmark Toscana: Vacanze di Natale alla scoperta del vino Nobile di Montepulciano  at del.icio.us Digg Toscana: Vacanze di Natale alla scoperta del vino Nobile di Montepulciano Bookmark Toscana: Vacanze di Natale alla scoperta del vino Nobile di Montepulciano  at YahooMyWeb Bookmark Toscana: Vacanze di Natale alla scoperta del vino Nobile di Montepulciano  at reddit.com Bookmark Toscana: Vacanze di Natale alla scoperta del vino Nobile di Montepulciano  at NewsVine Bookmark Toscana: Vacanze di Natale alla scoperta del vino Nobile di Montepulciano  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Venezia: L'avventura del vetro

Scritto da Fiamma • Lunedì, 13 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Venezia

Dopo quasi trent’anni il Museo Correr dedica gli spazi espositivi ad un prestigioso capitolo dedicato al vetro che riprende, con diverso e specifico taglio, l’omonima mostra “L’avventura del vetro” appena conclusasi al Castello del Buonconsiglio a Trento.
Da quell’esposizione la grande edizione veneziana mutua una parte dei materiali, aggiungendone però molti altri, davvero importanti, per celebrare adeguatamente un millennio e più di storia del vetro a Venezia e in Laguna.



Infatti “L’avventura del vetro”, allestita dall’11 dicembre 2010 al 25 aprile 2011 al Museo Correr, per iniziativa della Fondazione Musei Civici di Venezia, a cura di Aldo Bova e Chiara Squarcina, con l’allestimento di Daniela Ferretti, rappresenta la più ampia rassegna sul tema dopo la grande esposizione del 1982 a Palazzo Ducale, Museo Correr e Museo del Vetro.

Sullo sfondo di questo evento la prossima ricorrenza dei 150 anni della nascita del Museo avvenuta nel 1861 grazie all’Abate Zanetti, nonché la prospettiva di espandersi nei futuri spazi delle vicine Conterie con la speranza di incentivare ulteriori donazioni di opere novecentesche.

Organizzata cronologicamente in quattro sezioni - vetri archeologici; dal XV al XVIII secolo; XIX secolo, XX secolo - e con oltre trecento opere esposte, tutte provenienti dalle collezioni del Museo del Vetro di Murano, la grande rassegna al Correr ripercorre tutte le tappe della straordinaria “avventura del vetro” a Venezia, dall’arrivo in laguna, in età classica, di vetri provenienti da aree anche lontane, fino al connubio sempre più stretto tra vetro e design, che rappresenta il presente e il futuro della produzione vetraria muranese.


>>Continua a leggere "Venezia: L'avventura del vetro"

314 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Venezia: L'avventura del vetro Technorati Venezia: L'avventura del vetro Google Venezia: L'avventura del vetro Bookmark Venezia: L'avventura del vetro  at del.icio.us Digg Venezia: L'avventura del vetro Bookmark Venezia: L'avventura del vetro  at YahooMyWeb Bookmark Venezia: L'avventura del vetro  at reddit.com Bookmark Venezia: L'avventura del vetro  at NewsVine Bookmark Venezia: L'avventura del vetro  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Arriva la Coppa Europa a Pozza di Fassa

Scritto da Fiamma • Lunedì, 13 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Trentino Alto Adige

La stagione invernale entra nel vivo ed il Trentino si appresta a vivere un fine settimana all'insegna del grande sci.
Venerdì 17 e sabato 18 dicembre, infatti, i migliori interpreti dello slalom speciale, la spettacolare disciplina che vede gli atleti sfidarsi tra i pali stretti, si esibiranno prima sulla pista Alloch di Pozza di Fassa, poi sul mitico Canalone Miramonti di Madonna di Campiglio.

Ad aggiungere ulteriore suggestione alle già affascinanti gare, la disputa in notturna, sotto la luce dei riflettori.

Nelle due giornate trentine saranno in palio preziosi punti validi per la Coppa Europa, competizione che mette di fronte affermati campioni a giovani speranze, ma la lista partenti sarà in tutto e per tutto di livello mondiale, anche perché il circuito della Coppa del Mondo non prevede slalom dal 12 dicembre sino all'Epifania: logico pensare, quindi, che gli specialisti delle «rapid gates» coglieranno le occasioni fornite dalle prove di Pozza e Campiglio per tenersi caldi e scalare i ranking in vista dei campionati iridati di febbraio.
Il più atteso sarà l'olimpionico Giuliano Razzoli, che ha già un feeling particolare con la pista Alloch, pendio sul quale ha raccolto un podio e diversi piazzamenti nei dieci.

Lo scorso anno il reggiano, con il pettorale di leader di Coppa, inforcò a poche porte del traguardo. Uno smacco al quale proverà a rimediare venerdì 17, per festeggiare con il pubblico italiano la storica medaglia d'oro centrata a Vancouver lo scorso febbraio.
Gli avversari non mancheranno certo, a partire dal vincitore 2009 Reinfried Herbst, per passare a Marc Gini (lo scorso anno secondo) e molti altri. 


>>Continua a leggere "Arriva la Coppa Europa a Pozza di Fassa"

312 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Arriva la Coppa Europa a Pozza di Fassa Technorati Arriva la Coppa Europa a Pozza di Fassa Google Arriva la Coppa Europa a Pozza di Fassa Bookmark Arriva la Coppa Europa a Pozza di Fassa  at del.icio.us Digg Arriva la Coppa Europa a Pozza di Fassa Bookmark Arriva la Coppa Europa a Pozza di Fassa  at YahooMyWeb Bookmark Arriva la Coppa Europa a Pozza di Fassa  at reddit.com Bookmark Arriva la Coppa Europa a Pozza di Fassa  at NewsVine Bookmark Arriva la Coppa Europa a Pozza di Fassa  with wists Bookmark using any bookmark manager!

O Vero! Napoli nel mirino

Scritto da Fiamma • Venerdì, 10 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Napoli

Mostra fotografica. Il viaggio di questa mostra tra i vicoli antichi e le periferie postmoderne, tra soggettivita' e figure paradigmatiche, sempre eccessive (gli ultras, i femminielli, le statue, le montagne d'immondizia, gli attori, i registi, gli sposi, i fantasmi, gli esclusi, i morti ammazzati) e' un percorso circolare, che riconduce lo sguardo al punto d'incrocio sempre un po' folle tra realta' e verita'.

La verità di Napoli è destinata per ragioni addirittura antropologiche ad apparire come qualcosa di straordinario, nel bene e nel male.
E la fotografia sembra in grado di registrare meglio e più di altri linguaggi creativi ciò che tutti i visitatori sanno per esperienza, e cioè che in questa città accade molto spesso il miracolo di incontrare una realtà che, se arriva alla verità, è sempre per eccesso.
Sarebbe da chiedersi, infatti, se non sia proprio nel conflitto irrisolto tra ciò che appare reale e ciò che si dice vero il senso ultimo della città.

Il viaggio di questa mostra tra i vicoli antichi e le periferie postmoderne, tra soggettività e figure paradigmatiche, sempre eccessive (gli ultras, i "femminielli", le statue, le montagne d'immondizia, gli attori, i registi, gli sposi, i fantasmi, gli esclusi, i morti ammazzati) è un percorso circolare, che riconduce lo sguardo al punto d'incrocio sempre un po' folle tra realtà e verità.
Quando la fotografia ci dice "ciò è stato" a Napoli, nasce il dubbio che non sia "esattamente questo" quello che vediamo, benché sia del tutto evidente.

Il titolo 'O VERO!' è l'espressione dialettale di questa incertezza, il modo più originario di segnalare lo stupore per una realtà effettiva che si mostra apparendo incredibile, mentre l'immagine dello schieramento di polizia in difficoltà davanti ai fuochi d'artificio – simbolo della mostra - è la prova di come la finzione possa determinare un effetto evidentemente reale.


>>Continua a leggere "O Vero! Napoli nel mirino"

233 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon O Vero! Napoli nel mirino Technorati O Vero! Napoli nel mirino Google O Vero! Napoli nel mirino Bookmark O Vero! Napoli nel mirino  at del.icio.us Digg O Vero! Napoli nel mirino Bookmark O Vero! Napoli nel mirino  at YahooMyWeb Bookmark O Vero! Napoli nel mirino  at reddit.com Bookmark O Vero! Napoli nel mirino  at NewsVine Bookmark O Vero! Napoli nel mirino  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Roma: Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza

Scritto da Fiamma • Giovedì, 9 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Roma

Sandro Pertini e Andrea Pazienza. La prima mostra che inaugura il nuovo polo culturale rende omaggio a due personalita' di primo piano della cultura e della politica italiana del Novecento, in occasione dei vent'anni della scomparsa del Presidente partigiano.

Palazzo Incontro, la sede espositiva di via dei Prefetti a Roma, si rinnova e si trasforma per diventare, dal 7 dicembre 2010, anche Fandango Incontro - il Caffè letterario con annessa la libreria - dopo i lavori di adeguamento e manutenzione realizzati da Civita e Fandango in collaborazione con la Provincia di Roma.


Un nuovo polo culturale della capitale, promosso con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di uno spazio di “incontro”, non usuale tra culture, esperienze e identità nell’ambito della variegata offerta culturale della capitale.


La prima mostra, che il 6 dicembre inaugura il nuovo polo culturale – dal titolo “Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza”, rende omaggio a due personalità di primo piano della cultura e della politica italiana del Novecento–, in occasione dei vent’anni della scomparsa del Presidente partigiano.


>>Continua a leggere "Roma: Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza"

356 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Roma: Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza Technorati Roma: Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza Google Roma: Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza Bookmark Roma: Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza  at del.icio.us Digg Roma: Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza Bookmark Roma: Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza  at YahooMyWeb Bookmark Roma: Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza  at reddit.com Bookmark Roma: Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza  at NewsVine Bookmark Roma: Paz e Pert. Sandro Pertini e Andrea Pazienza  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Arriva la magia di Natale sul Porto di Monaco

Scritto da Fiamma • Giovedì, 9 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Monaco

Il Villagio di Natale quest'anno si ispira all'universo fiabesco dello Schiaccianoci, il celebre balletto di Tchaikovski.



Un “Castello di delizie” in pieno villaggio racconta la storia dello Schiaccianoci, favola che fa sognare piccoli e grandi dalla sua creazione nel 1892.

Il Castello ospita una collezione di abiti provenienti dai Balletti di Monte-Carlo.

Si tratta di una delle attrattive di questo villaggio natalizio a libero ingresso e che attira molta gente nel Principato, merito delle sue svariate attrazioni.

Un Mercatino di Natale presenta prodotti gastronomici e i vari vezzi che ci si può concedere durante le feste.


>>Continua a leggere "Arriva la magia di Natale sul Porto di Monaco"

468 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Arriva la magia di Natale sul Porto di Monaco Technorati Arriva la magia di Natale sul Porto di Monaco Google Arriva la magia di Natale sul Porto di Monaco Bookmark Arriva la magia di Natale sul Porto di Monaco  at del.icio.us Digg Arriva la magia di Natale sul Porto di Monaco Bookmark Arriva la magia di Natale sul Porto di Monaco  at YahooMyWeb Bookmark Arriva la magia di Natale sul Porto di Monaco  at reddit.com Bookmark Arriva la magia di Natale sul Porto di Monaco  at NewsVine Bookmark Arriva la magia di Natale sul Porto di Monaco  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Milano: Salvador Dali' - Il sogno si avvicina

Scritto da Fiamma • Mercoledì, 8 dicembre 2010 • Commenti 1 • Categoria: Milano

Il sogno si avvicina. Una mostra che indaga sul rapporto dell'artista spagnolo con il paesaggio, il sogno e il desiderio.
L'esposizione, a cura di Vincenzo Trione, si avvale di importanti prestiti provenienti da musei nazionali e internazionali presentando oltre 50 opere.
Per la prima volta la sala di Mae West e' realizzata all'interno del percorso espositivo cosi' come fu ideata dallo stesso Dali' ed e' inoltre evidenziato il rapporto tra Dali' e Walt Disney.
Ogni sezione del percorso espositivo e' accompagnata da documenti, interviste e apparati video.

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano presenta a Palazzo Reale, fino al 30 gennaio 2011, "Salvador Dalí. Il sogno si avvicina" a cura di Vincenzo Trione.
L’esposizione è resa possibile grazie alla straordinaria collaborazione della Fondazione Gala-Salvador Dalí di Figueras e si avvarrà di importanti prestiti provenienti da musei nazionali e internazionali quali la Fondazione stessa, il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia di Madrid, il Dalí Museum di St. Petersburg in Florida, il Boijmans Museum di Rotterdam, l’Animation Research Library dei Walt Disney Animation Studios di Burbank in California, la Peggy Guggenheim Collection di Venezia, il Mart di Rovereto e i Musei Vaticani.

La mostra, promossa dal Comune di Milano – Cultura e prodotta da Palazzo Reale con 24 ORE Cultura – GRUPPO 24 ORE in collaborazione con Unipol Gruppo Finanziario e con il sostegno dell’Ente del Turismo Spagnolo in Italia, presenta oltre 50 opere di Salvador Dalí, che indagano in modo approfondito il rapporto tra pittura e paesaggio.

L’artista spagnolo ritorna così a Milano dopo la mostra personale che si svolse nell’ottobre del 1954 a Palazzo Reale, nella Sala delle Cariatidi. La stessa Sala delle Cariatidi da cui trasse ispirazione per la sede della sua casa di Figueras, oggi sede della Fondazione Gala-Salvador Dalí.

L’allestimento sarà a cura dell’architetto Oscar Tusquets Blanca, amico e collaboratore di Salvador Dalí: autore, insieme con il Maestro surrealista, della sala Mae West nel museo di Figueras e del famoso sofà Dalilips.
Per la prima volta la sala di Mae West verrà realizzata all’interno del percorso espositivo così come fu ideata dallo stesso Dalí:
una sorprendente installazione contemporanea.

Nel percorso della mostra sarà fruibile il cortometraggio Destino di Salvador Dalì e Walt Disney, mai proiettato prima in Italia: Dalí lavorò al fianco di Disney tra il 1945 e il 1946 ma il film fu completato solo nel 2003 grazie ai disegni originali conservati dall’Animation Research Library dei Walt Disney Animation Studios di Burbank in California, alcuni dei quali saranno eccezionalmente esposti grazie alla collaborazione con The Walt Disney Company.


>>Continua a leggere "Milano: Salvador Dali' - Il sogno si avvicina"

968 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Milano: Salvador Dali' - Il sogno si avvicina Technorati Milano: Salvador Dali' - Il sogno si avvicina Google Milano: Salvador Dali' - Il sogno si avvicina Bookmark Milano: Salvador Dali' - Il sogno si avvicina  at del.icio.us Digg Milano: Salvador Dali' - Il sogno si avvicina Bookmark Milano: Salvador Dali' - Il sogno si avvicina  at YahooMyWeb Bookmark Milano: Salvador Dali' - Il sogno si avvicina  at reddit.com Bookmark Milano: Salvador Dali' - Il sogno si avvicina  at NewsVine Bookmark Milano: Salvador Dali' - Il sogno si avvicina  with wists Bookmark using any bookmark manager!

MERCATINI DI NATALE DI ANDALO

Scritto da Fiamma • Mercoledì, 8 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Trentino Alto Adige

I MERCATINI DELLE DOLOMITI



Nel cuore delle montagne del Trentino, ad Andalo, ai piedi delle Dolomiti e della Paganella, fino al 24 dicembre la magia del Natale vive ogni giorno e regala sensazioni altrove perdute con la suggestione dei Mercatini di Natale che aggiunge nuovo fascino a questi luoghi meta degli amanti dello sci e della montagna d’inverno.

Il profumo dei dolci fatti in casa e di vin brulé. La luce delle casette di legno tutte addobbate e degli abeti decorati a festa.
L’allegra armonia dei canti natalizi e della musica della tradizione alpina. Il calore di una tazza fumante in compagnia, il dolce sapore dello strudel. Un clima di festa che avvolge, coinvolge e riscalda.


>>Continua a leggere "MERCATINI DI NATALE DI ANDALO"

249 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon MERCATINI DI NATALE DI ANDALO Technorati MERCATINI DI NATALE DI ANDALO Google MERCATINI DI NATALE DI ANDALO Bookmark MERCATINI DI NATALE DI ANDALO  at del.icio.us Digg MERCATINI DI NATALE DI ANDALO Bookmark MERCATINI DI NATALE DI ANDALO  at YahooMyWeb Bookmark MERCATINI DI NATALE DI ANDALO  at reddit.com Bookmark MERCATINI DI NATALE DI ANDALO  at NewsVine Bookmark MERCATINI DI NATALE DI ANDALO  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Fumetti subacquei - Disegni, nuvolette, avventure, della collezione Rambelli - Cesenatico

Scritto da Fiamma • Martedì, 7 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Italia

Il fumetto, più di ogni altra arte figurativa, ha sempre avuto il potere di assecondare e provocare la fantasia e di spingerla verso i territori più inesplorati e visionari dell’immaginazione.

Non stupisce, allora, la grande quantità di storie disegnate che sono state ambientate sotto il mare, tanto da creare un “mondo subacqueo parallelo” di carta, china e nuvolette, popolato da palombari e sommozzatori impegnati nell’esplorazione di relitti e misteri, nella lotta con mostri marini e altri nemici, oppure nel prestare soccorso a donne in pericolo a loro volta esse stesse infido pericolo, quando in forma di sirene.

Questo affascinante universo figurativo e di fantasie emerge - è il caso di dirlo - nella collezione dei “fumetti subacquei” di Faustolo Rambelli, dal 5 dicembre 2010 al 9 gennaio 2011 in mostra al Museo della Marineria di Cesenatico, in occasione dell’uscita del libro-catalogo omonimo pubblicato dall’Editrice La Mandragora, e curato, oltre che dal medesimo Rambelli, da Loris Cantarelli e Paolo Guiducci.

Faustolo Rambelli non ha bisogno di presentazioni nell’ambito della subacquea, dove ha un ruolo da protagonista grazie alle sue realizzazioni tecniche e imprenditoriali, ma ciò che lo distingue e lo rende un personaggio interessante anche al di fuori del settore è proprio la sua attenzione a 360 gradi verso tutti gli aspetti culturali legati al mondo sottomarino, dalla storia all’arte, dal cinema all’illustrazione, sino al fumetto, appunto.


>>Continua a leggere "Fumetti subacquei - Disegni, nuvolette, avventure, della collezione Rambelli - Cesenatico"

242 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Fumetti subacquei - Disegni, nuvolette, avventure, della collezione Rambelli - Cesenatico Technorati Fumetti subacquei - Disegni, nuvolette, avventure, della collezione Rambelli - Cesenatico Google Fumetti subacquei - Disegni, nuvolette, avventure, della collezione Rambelli - Cesenatico Bookmark Fumetti subacquei - Disegni, nuvolette, avventure, della collezione Rambelli - Cesenatico  at del.icio.us Digg Fumetti subacquei - Disegni, nuvolette, avventure, della collezione Rambelli - Cesenatico Bookmark Fumetti subacquei - Disegni, nuvolette, avventure, della collezione Rambelli - Cesenatico  at YahooMyWeb Bookmark Fumetti subacquei - Disegni, nuvolette, avventure, della collezione Rambelli - Cesenatico  at reddit.com Bookmark Fumetti subacquei - Disegni, nuvolette, avventure, della collezione Rambelli - Cesenatico  at NewsVine Bookmark Fumetti subacquei - Disegni, nuvolette, avventure, della collezione Rambelli - Cesenatico  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo

Scritto da Fiamma • Martedì, 7 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Svizzera

È con una nuova mostra dedicata a Pablo Picasso e alla sua prima grande esposizione museale presentata proprio al Kunsthaus di Zurigo nel 1932, che il museo zurighese culmina i festeggiamenti per il centenario della sua apertura.

Baigneuses au ballon 1928 (Privatsammlung © 2010 ProLitteris, Zürich). Olio su tela


Non è un caso che il museo in stile liberty dell’Heimplatz - costruito dall’architetto svizzero Karl Moser (1860-1936) e inaugurato nel 1910 - abbia scelto di coronare il suo giubileo con una mostra che ricorda e ricostruisce la memorabile esposizione che nel 1932 rese omaggio a Pablo Picasso (1881-1973).

Il Kunsthaus fu infatti la prima struttura istituzionale al mondo a presentare un’imponente retrospettiva dell’artista spagnolo e quella mostra marcò in maniera significativa e indelebile non soltanto il percorso del museo zurighese ma amplificò in modo straordinario la ricezione che il pubblico aveva di Picasso aprendo alla sua opera le strade del mondo.

Una rivoluzione: l’artista sceglie le sue opere
Già agli albori della sua storia il Kunsthaus si contraddistinse per una grande apertura nei confronti dei linguaggi artistici nuovi, ma lo spunto per allestire una mostra a Picasso, ormai indiscussa figura di punta dell’avanguardia del primo novecento, arrivò da Parigi.

 


>>Continua a leggere "Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo "

519 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo  Technorati Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo  Google Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo  Bookmark Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo   at del.icio.us Digg Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo  Bookmark Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo   at YahooMyWeb Bookmark Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo   at reddit.com Bookmark Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo   at NewsVine Bookmark Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo   with wists Bookmark using any bookmark manager!