Travel Guide Blog - News dall'Europa

Dentists for Japan

Scritto da Daniela Saccà • Lunedì, 6 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Campania

 


>>Continua a leggere "Dentists for Japan"

708 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Dentists for Japan Technorati Dentists for Japan Google Dentists for Japan Bookmark Dentists for Japan  at del.icio.us Digg Dentists for Japan Bookmark Dentists for Japan  at YahooMyWeb Bookmark Dentists for Japan  at reddit.com Bookmark Dentists for Japan  at NewsVine Bookmark Dentists for Japan  with wists Bookmark using any bookmark manager!

O Vero! Napoli nel mirino

Scritto da Fiamma • Venerdì, 10 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Napoli

Mostra fotografica. Il viaggio di questa mostra tra i vicoli antichi e le periferie postmoderne, tra soggettivita' e figure paradigmatiche, sempre eccessive (gli ultras, i femminielli, le statue, le montagne d'immondizia, gli attori, i registi, gli sposi, i fantasmi, gli esclusi, i morti ammazzati) e' un percorso circolare, che riconduce lo sguardo al punto d'incrocio sempre un po' folle tra realta' e verita'.

La verità di Napoli è destinata per ragioni addirittura antropologiche ad apparire come qualcosa di straordinario, nel bene e nel male.
E la fotografia sembra in grado di registrare meglio e più di altri linguaggi creativi ciò che tutti i visitatori sanno per esperienza, e cioè che in questa città accade molto spesso il miracolo di incontrare una realtà che, se arriva alla verità, è sempre per eccesso.
Sarebbe da chiedersi, infatti, se non sia proprio nel conflitto irrisolto tra ciò che appare reale e ciò che si dice vero il senso ultimo della città.

Il viaggio di questa mostra tra i vicoli antichi e le periferie postmoderne, tra soggettività e figure paradigmatiche, sempre eccessive (gli ultras, i "femminielli", le statue, le montagne d'immondizia, gli attori, i registi, gli sposi, i fantasmi, gli esclusi, i morti ammazzati) è un percorso circolare, che riconduce lo sguardo al punto d'incrocio sempre un po' folle tra realtà e verità.
Quando la fotografia ci dice "ciò è stato" a Napoli, nasce il dubbio che non sia "esattamente questo" quello che vediamo, benché sia del tutto evidente.

Il titolo 'O VERO!' è l'espressione dialettale di questa incertezza, il modo più originario di segnalare lo stupore per una realtà effettiva che si mostra apparendo incredibile, mentre l'immagine dello schieramento di polizia in difficoltà davanti ai fuochi d'artificio – simbolo della mostra - è la prova di come la finzione possa determinare un effetto evidentemente reale.


>>Continua a leggere "O Vero! Napoli nel mirino"

643 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon O Vero! Napoli nel mirino Technorati O Vero! Napoli nel mirino Google O Vero! Napoli nel mirino Bookmark O Vero! Napoli nel mirino  at del.icio.us Digg O Vero! Napoli nel mirino Bookmark O Vero! Napoli nel mirino  at YahooMyWeb Bookmark O Vero! Napoli nel mirino  at reddit.com Bookmark O Vero! Napoli nel mirino  at NewsVine Bookmark O Vero! Napoli nel mirino  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Napoli: NATALE IN MOSTRA 2010

Scritto da Fiamma • Domenica, 21 novembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Napoli

Napoli: NATALE IN MOSTRA 2010



Dal 3 al 12 dicembre ritorna, con una veste completamente rinnovata, la manifestazione Natale in Mostra, organizzata dalla Mostra d'Oltremare col supporto delle Istituzioni locali, della CCIAA di Napoli e delle confederazioni ed associazioni di categoria.

Aarea expo dedicata all'artigianato, area svago con intrattenimento e sala attrezzata per i bambini, area food con degustazioni per un mercatino di Natale all'aperto ad ingresso gratuito.


>>Continua a leggere "Napoli: NATALE IN MOSTRA 2010"

5600 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Napoli: NATALE IN MOSTRA 2010 Technorati Napoli: NATALE IN MOSTRA 2010 Google Napoli: NATALE IN MOSTRA 2010 Bookmark Napoli: NATALE IN MOSTRA 2010  at del.icio.us Digg Napoli: NATALE IN MOSTRA 2010 Bookmark Napoli: NATALE IN MOSTRA 2010  at YahooMyWeb Bookmark Napoli: NATALE IN MOSTRA 2010  at reddit.com Bookmark Napoli: NATALE IN MOSTRA 2010  at NewsVine Bookmark Napoli: NATALE IN MOSTRA 2010  with wists Bookmark using any bookmark manager!

“Cio’ Bì in Floridiana:quando cioccolato e birra diventano arte”

Scritto da Fiamma • Lunedì, 25 ottobre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Napoli

Villa Floridiana di Napoli, apre al pubblico la manifestazione “Cio’Bì in Floridiana:quando cioccolato e birra diventano arte”, un affascinante itinerario dedicato alla birra e al cioccolato tra storia, arte e produzione artigianale campana.

L’evento si articola in due momenti: venerdì 22 ottobre apre la mostra d’arte dedicata ai due temi della rassegna (fino al 16 gennaio) e ha inizio la fiera della birra, che si svolgerà nei due ultimi week end di ottobre (dal 22 al 24 e dal 29 al 31), seguirà, dal 4 al 7 novembre, la fiera del cioccolato.

Le fiere si svolgeranno nel Parco della Floridiana sullo scenografico fondale della facciata neoclassica della villa dove saranno allestiti gli stand espositivi presso i quali il pubblico potrà conoscere e gustare i prodotti realizzati dalle migliori aziende artigiane campane.

Il progetto, è stato promosso dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico, Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Napoli e la realizzazione si è resa possibile per il diretto coinvolgimento della Regione Campania – Assessorato all'Istruzione, Promozione culturale, Musei e Biblioteche, con il co-finanziamento dell’Unione Europea POR- FESR Campania 2007-2013 - Obiettivo operativo 1.10.


>>Continua a leggere "“Cio’ Bì in Floridiana:quando cioccolato e birra diventano arte”"

696 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon “Cio’ Bì in Floridiana:quando cioccolato e birra diventano arte” Technorati “Cio’ Bì in Floridiana:quando cioccolato e birra diventano arte” Google “Cio’ Bì in Floridiana:quando cioccolato e birra diventano arte” Bookmark “Cio’ Bì in Floridiana:quando cioccolato e birra diventano arte”  at del.icio.us Digg “Cio’ Bì in Floridiana:quando cioccolato e birra diventano arte” Bookmark “Cio’ Bì in Floridiana:quando cioccolato e birra diventano arte”  at YahooMyWeb Bookmark “Cio’ Bì in Floridiana:quando cioccolato e birra diventano arte”  at reddit.com Bookmark “Cio’ Bì in Floridiana:quando cioccolato e birra diventano arte”  at NewsVine Bookmark “Cio’ Bì in Floridiana:quando cioccolato e birra diventano arte”  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Napoli: Incontri con Caravaggio

Scritto da Fiamma • Lunedì, 18 ottobre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Napoli

Il programma degli Incontri con Caravaggio - che ha già riscosso un notevole successo con gli Itinerari caravaggeschi in città e le performances teatrali a Capodimonte, durante i mesi di luglio e agosto scorsi -, prosegue ora con una serie di appuntamenti di riflessione e dibattito sulla figura di Caravaggio e sulla sua opera al di fuori dei miti correnti.



Il profilo umano ed artistico del maestro lombardo, e soprattutto i suoi fortissimi legami con la città di Napoli e il Meridione più in generale, viene questa volta riletto da studiosi e intellettuali chiamati a confrontarsi in maniera originale con la figura del grande maestro, con differenti linguaggi e modalità di comunicazione, per un avvicinamento nuovo che potrà fornire chiavi di lettura diverse del fenomeno Caravaggio.

Gli incontri si integreranno a fine ottobre, al Museo di Capodimonte, con la mostra che vede protagonista Bill Viola, uno degli artisti contemporanei più significativi nel campo della video arte, chiamato a Napoli per la prima volta, a far dialogare la sua sensibilità contemporanea con l’esperienza caravaggesca.


>>Continua a leggere "Napoli: Incontri con Caravaggio "

656 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Napoli: Incontri con Caravaggio  Technorati Napoli: Incontri con Caravaggio  Google Napoli: Incontri con Caravaggio  Bookmark Napoli: Incontri con Caravaggio   at del.icio.us Digg Napoli: Incontri con Caravaggio  Bookmark Napoli: Incontri con Caravaggio   at YahooMyWeb Bookmark Napoli: Incontri con Caravaggio   at reddit.com Bookmark Napoli: Incontri con Caravaggio   at NewsVine Bookmark Napoli: Incontri con Caravaggio   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il 15 ottobre 2010 al Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia

Scritto da Fiamma • Lunedì, 4 ottobre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Napoli

Il personale della Soprintendenza Speciale di Napoli e Pompei e in particolare il personale di Baia, le Rappresentanze Sindacali Unitarie, le Organizzazioni Sindacali, la Direttrice del Museo di Baia Paola Miniero e il Soprintendente Giuseppe Proietti comunicano che a partire da venerdì 15 ottobre 2010 il Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia sarà normalmente aperto al pubblico.



Il Museo sarà aperto tutti i giorni tranne il lunedì dalle 9.00 alle 15.00.

Nella splendida cornice paesaggistica che si ammira dalla fortezza aragonese, l'allestimento museale ricostituisce contesti smembrati di provenienza flegrea, riunendo reperti di vecchio ritrovamento, finora custoditi prevalentemente nei depositi del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, a quelli provenienti dai recenti scavi dell'Università Federico II, dell'Orientale, del Centre J. Bèrard e della Soprintendenza stessa, secondo una esposizione ragionata per contesti topografici e tematici, sotto la direzione scientifica del prof. Fausto Zevi.

Nelle ex camerate dei soldati della fortezza, disposte in sequenza continua su due livelli, la visita comincia con la Sezione di Cuma al II livello, composta da 24 sale con l'illustrazione della storia del sito dall'abitato preellenico di IX sec.a.C., alla città greca dall'VIII al V sec.a.C. e alla sua topografia – mura, strade, santuari necropoli- , alla città Sannitica di IV sec.a.C. – con l'esposizione nella sala 12 di un rarissimo fregio di metope dipinte e triglifi di un edificio templare (fig. 1) - alla città Romana con l'esposizione di reperti scultorei e architettonici dagli edifici pubblici del foro all'ultima fase di occupazione nel periodo bizantino.

La Sezione di Pozzuoli, costituita da 20 sale nel I livello illustra la storia del sito: la prima espansione urbana della colonia augustea - edifici per spettacoli, acquedotto, la città cosmopolita con la ricostruzione nella sala 37 della Grotta del Wady Minahy nel deserto egiziano - la colonia neroniana e il nuovo assetto urbano voluto dagli imperatori (fig. 2), la ripresa tardo-antica, le ville suburbane e le necropoli.

Sulla piazza d'Arme è visitabile la Sezione del Rione Terra, con l'esposizione dei reperti provenienti dai recenti scavi della Soprintendenza e pertinenti alla decorazione architettonica del Capitolium e a quella scultorea di altri edifici pubblici del foro augusteo, costituita da statue ideali, tra cui la testa di Athena Lemnia, da una serie di ritratti di età giulio-claudia e dai frammenti pertinenti a statue di cariatidi e clipei, che ricordano l'attico del foro di Augusto a Roma, di cui si propone all'esterno un'ipotesi di ricostruzione.


>>Continua a leggere "Il 15 ottobre 2010 al Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia"

900 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Il 15 ottobre 2010 al Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia Technorati Il 15 ottobre 2010 al Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia Google Il 15 ottobre 2010 al Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia Bookmark Il 15 ottobre 2010 al Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia  at del.icio.us Digg Il 15 ottobre 2010 al Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia Bookmark Il 15 ottobre 2010 al Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia  at YahooMyWeb Bookmark Il 15 ottobre 2010 al Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia  at reddit.com Bookmark Il 15 ottobre 2010 al Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia  at NewsVine Bookmark Il 15 ottobre 2010 al Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Napoli: “Antilogia” di Marco Fantini

Scritto da Fiamma • Giovedì, 30 settembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Napoli

Venerdì 8 ottobre sarà inaugurata a Napoli, negli Ambulacri di Castel Sant’Elmo, la mostra personale di Marco Fantini dal titolo Antilogia.



Pittore, scultore, fotografo e recentemente anche regista, Marco Fantini presenta un nucleo selezionato di opere riunite sotto l’egemonia della frammentazione stilistica.

La mostra, che nelle intenzioni dell’artista non vuole avere programmaticamente i tratti specifici di un’ antologica, raccoglie circa cinquanta opere che, selezionate e allestite in forma volutamente non cronologica, mirano a realizzare, negli spazi complessi del castello, l’equivalente visivo di un ossimoro.

In mostra ambigui Pulcinella di pietra, resina e ferro affiancati da quadri abitati da indefiniti feticci mnemonici.
Stanze sbilenche, impossibili ed insieme naturalissime, fotografie di malati psichici contaminate dal disegno se non addirittura cancellate dal gesto corrosivo della pittura. Ed ancora: disegni allucinati come cortocircuiti visivi, animali fuori contesto, bambolotti cyber, numeri, lettere in forma di rebus.

Ma quello che all'apparenza potrebbe figurare come un semplice atto di sfida contro le norme ed i codici - sfida che traspare in ciascuno dei lavori, sotto forma di accoppiamenti linguistici e di intenzionali depistaggi - all’interno del castello sembra assumere i tratti veri e propri di un profondo atto di reverenza, un omaggio alla complessità spaziale del castello stesso.


>>Continua a leggere "Napoli: “Antilogia” di Marco Fantini"

642 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Napoli: “Antilogia” di Marco Fantini Technorati Napoli: “Antilogia” di Marco Fantini Google Napoli: “Antilogia” di Marco Fantini Bookmark Napoli: “Antilogia” di Marco Fantini  at del.icio.us Digg Napoli: “Antilogia” di Marco Fantini Bookmark Napoli: “Antilogia” di Marco Fantini  at YahooMyWeb Bookmark Napoli: “Antilogia” di Marco Fantini  at reddit.com Bookmark Napoli: “Antilogia” di Marco Fantini  at NewsVine Bookmark Napoli: “Antilogia” di Marco Fantini  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Napoli, la citta' e il mare- Piazza Bovio: tra Romani e Bizantini

Scritto da Fiamma • Giovedì, 26 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Napoli

Napoli, la citta' e il mare- Piazza Bovio: tra Romani e Bizantini



L'atrio del Museo Archeologico Nazionale di Napoli ospita una nuova esposizione, promossa dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei in collaborazione con la Regione Campania. La mostra prende avvio dalle recenti scoperte archeologiche effettuate in occasione dei lavori di scavo condotti ad opera del Comune di Napoli e della società Metropolitana, per la realizzazione delle stazioni della Linea 1 della Metropolitana di Napoli.

Gli eccezionali ritrovamenti illustrano al grande pubblico un capitolo tra i meno noti della storia della città: la fase della Napoli bizantina, caratterizzata da un considerevole processo di trasformazione urbanistica del fronte a mare.
L'esposizione presenta due nuclei di reperti architettonici marmorei, rinvenuti a distanza di poco piu' di cento anni uno dall'altro, a Napoli nell'area del Rettifilo: uno durante gli scavi per la realizzazione della Stazione Università in piazza G. Bovio (primo decennio del 2000), l'altro nel fondaco Marramarra in via Benvenuto Cellini (fine dell'800) nel corso delle opere di ristrutturazione dei quartieri bassi della città.

Ai resti della fortificazione cittadina di età bizantina rinvenuti a Piazza Bovio appartiene una torre, il cui scavo ha rivelato il reimpiego di marmi antichi nei paramenti e nel nucleo interno. Tali elementi architettonici, di eccezionale interesse storico e artistico, erano pertinenti ad un arco onorario dell'epoca degli imperatori Severi, spogliato tra il VI e il VII sec. d.C. per recuperare pietra di buona qualità. L'arco doveva essere ubicato poco lontano dal luogo di rinvenimento, sul litorale antistante l'insenatura portuale antica.

La mostra presenta, al centro dell'atrio del Museo, la ricostruzione del frammento di torre rinvenuto nello scavo per restituire il contesto di ritrovamento e le tracce materiali da esso emerse. Dalla grande ricostruzione della torre si irraggiano le storie e le sintesi interpretative dei contesti indagati e dei singoli reperti, il cui recente restauro e' stato finanziato dal Comune di Napoli.


>>Continua a leggere "Napoli, la citta' e il mare- Piazza Bovio: tra Romani e Bizantini"

1249 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Napoli, la citta' e il mare- Piazza Bovio: tra Romani e Bizantini Technorati Napoli, la citta' e il mare- Piazza Bovio: tra Romani e Bizantini Google Napoli, la citta' e il mare- Piazza Bovio: tra Romani e Bizantini Bookmark Napoli, la citta' e il mare- Piazza Bovio: tra Romani e Bizantini  at del.icio.us Digg Napoli, la citta' e il mare- Piazza Bovio: tra Romani e Bizantini Bookmark Napoli, la citta' e il mare- Piazza Bovio: tra Romani e Bizantini  at YahooMyWeb Bookmark Napoli, la citta' e il mare- Piazza Bovio: tra Romani e Bizantini  at reddit.com Bookmark Napoli, la citta' e il mare- Piazza Bovio: tra Romani e Bizantini  at NewsVine Bookmark Napoli, la citta' e il mare- Piazza Bovio: tra Romani e Bizantini  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Ischia Film Festival 2010

Scritto da Fiamma • Giovedì, 1 luglio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Napoli

L'Ischia Film Festival, è un evento cinematografico internazionale che attribuisce un riconoscimento artistico alle opere audiovisive, ai registi, ai direttori della fotografia ed agli scenografi che hanno maggiormente valorizzato location italiane ed internazionali sottolineandone i paesaggi e l’identità culturale.



Il progetto, nato nel 2003 da un’idea del Direttore Artistico Michelangelo Messina, mira altresì a favorire una sinergia tra le produzioni audiovisive ed il territorio, non solo per scopi commerciali, ma anche per salvaguardare e promuovere l'identità dei luoghi, la cultura e le bellezze del territorio.

La presenza in questi anni di ospiti illustri tra cui i premi Oscar Sir Ken Adam, Vittorio Storaro, Carlo Rambaldi, Alan Lee, Osvaldo Desideri, i registi Mario Monicelli, Abel Ferrara, Krzysztof Zanussi, Giuliano Montaldo, Carlo Lizzani, Luciano Emmer, Vincenzo Marra, Edoardo Winspeare ha arricchito il festival di preziosi contenuti e di interessanti spunti di dialogo tra “il cinema e i luoghi" sottolineando anno dopo anno l’originalità e l’importanza di un festival unico nel panorama delle manifestazioni culturali internazionali.

I luoghi del Festival
Tra i luoghi collaterali che fanno da scenario alla kermesse cinematografica anche la cinquecentesca Torre di Michelangelo, situata nella baia di Cartaromana; Villa “La Colombaia”, residenza estiva sull’isola del Maestro Luchino Visconti ed oggi fondazione a lui dedicata; il parco botanico La Mortella, dimora del compositore inglese Sir William Walton a Forio d'Ischia e l’incantevole Borgo di Sant’Angelo, tra i luoghi più esclusivi dell’isola.


>>Continua a leggere "Ischia Film Festival 2010"

1010 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Ischia Film Festival 2010 Technorati Ischia Film Festival 2010 Google Ischia Film Festival 2010 Bookmark Ischia Film Festival 2010  at del.icio.us Digg Ischia Film Festival 2010 Bookmark Ischia Film Festival 2010  at YahooMyWeb Bookmark Ischia Film Festival 2010  at reddit.com Bookmark Ischia Film Festival 2010  at NewsVine Bookmark Ischia Film Festival 2010  with wists Bookmark using any bookmark manager!

La vita di Michelangelo. Carte, poesie, lettere e disegni autografi del Maestro

Scritto da Fiamma • Lunedì, 31 maggio 2010 • Commenti 1 • Categoria: Napoli

Mostra su progetto scientifico della Fondazione Casa Buonarroti a cura di Lucilla Bardeschi Ciulich e Pina Ragionieri

In un'area acquistata nel 1508 da Michelangelo, la Casa Buonarroti quale ancor oggi ci appare è l'esito del lungo lavoro di un davvero memore pronipote, Michelangelo Buonarroti il Giovane, che in circa trent'anni, tra il 1612 e il 1643, seppe trarre da una modesta proprietà immobiliare la casa "onorevole" in Firenze alla quale a lungo e invano aveva aspirato il suo grande avo.

Uomo di lettere e di corte, amico e protettore di artisti e scienziati al di là dell'effettivo rilievo sociale della sua figura, Michelangelo il Giovane ebbe anche spiccata passione di collezionista; e fu un assiduo conservatore delle memorie e delle carte familiari, con un naturale e specialissimo riguardo per tutto quanto si riferisse al sommo artista dal quale discendeva: caratteristiche che dopo di lui rimasero più o meno una tradizione di famiglia.

Questo il principale motivo per cui, nonostante le vicissitudini a volte drammatiche attraversate nei secoli, la Casa Buonarroti conserva tuttora la documentazione senza dubbio più ricca su Michelangelo.

Qui si conservano l'Archivio Buonarroti, di proprietà della Casa, che contiene il fondo più importante di carte autografe dell'artista, e anche la collezione più cospicua al mondo di disegni autografi di Michelangelo.


>>Continua a leggere "La vita di Michelangelo. Carte, poesie, lettere e disegni autografi del Maestro"

2088 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon La vita di Michelangelo. Carte, poesie, lettere e disegni autografi del Maestro Technorati La vita di Michelangelo. Carte, poesie, lettere e disegni autografi del Maestro Google La vita di Michelangelo. Carte, poesie, lettere e disegni autografi del Maestro Bookmark La vita di Michelangelo. Carte, poesie, lettere e disegni autografi del Maestro  at del.icio.us Digg La vita di Michelangelo. Carte, poesie, lettere e disegni autografi del Maestro Bookmark La vita di Michelangelo. Carte, poesie, lettere e disegni autografi del Maestro  at YahooMyWeb Bookmark La vita di Michelangelo. Carte, poesie, lettere e disegni autografi del Maestro  at reddit.com Bookmark La vita di Michelangelo. Carte, poesie, lettere e disegni autografi del Maestro  at NewsVine Bookmark La vita di Michelangelo. Carte, poesie, lettere e disegni autografi del Maestro  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Napoli: Gloria Pastore. Il pescatore di perle

Scritto da Fiamma • Giovedì, 20 maggio 2010 • Commenti 1 • Categoria: Napoli

La Soprintendenza Speciale ai Beni Archeologici di Napoli e Pompei e la Soprintendenza per i Beni architettonici, paesaggistici, storici, artistici ed etnoantropologici per Napoli e Provincia, presentano nelle sale del primo piano del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, l'installazione di arte contemporanea di Gloria Pastore “Il pescatore di perle” a cura di Patrizia Di Maggio.



Il coordinamento tecnico scientifico è di Marco de Gemmis, responsabile del Servizio Educativo della Soprintendenza Archeologica.
La mostra di Gloria Pastore Il pescatore di perle è una metafora del viaggio della vita, è il simbolo del cammino interiore dell’uomo alla ricerca di se stesso e della perfezione, è un percorso nel passato e nel presente, ispirato agli elementi simbolici ed iconografici dell’antichità, è un atlante della memoria.

L’esposizione si compone di vari elementi, il cui filo conduttore è il rapporto tra unità e molteplice: ogni opera, infatti, ha una vita propria, ma è in relazione con le altre, con cui forma un corpo unico.

Perno dell’esposizione è Il pescatore di perle, la scultura a grandezza naturale di un uomo tatuato, nero come un nostro progenitore ideale, che trascina la lunga rete; sul fondo della scultura domina un grande mandala, che richiama alcuni elementi decorativi della classicità, ma è anche rielaborazione di forme che furono patrimonio della decorazione orientale.


>>Continua a leggere "Napoli: Gloria Pastore. Il pescatore di perle"

1953 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Napoli: Gloria Pastore. Il pescatore di perle Technorati Napoli: Gloria Pastore. Il pescatore di perle Google Napoli: Gloria Pastore. Il pescatore di perle Bookmark Napoli: Gloria Pastore. Il pescatore di perle  at del.icio.us Digg Napoli: Gloria Pastore. Il pescatore di perle Bookmark Napoli: Gloria Pastore. Il pescatore di perle  at YahooMyWeb Bookmark Napoli: Gloria Pastore. Il pescatore di perle  at reddit.com Bookmark Napoli: Gloria Pastore. Il pescatore di perle  at NewsVine Bookmark Napoli: Gloria Pastore. Il pescatore di perle  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Pompei e il Vesuvio. Scienza, conoscenza ed esperienza

Scritto da Fiamma • Martedì, 11 maggio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Napoli

La mostra, che è aperta al pubblico fino al 1 agosto, è stata concepita con un duplice intento, e in futuro si trasformerà infatti in un punto informativo stabile.

Da un lato, attraverso una pluralità di supporti visivi, exibit scientifici, manufatti e reperti archeologici, presentare e approfondire tematiche connesse con la storia di Pompei e l’evoluzione degli scavi; dall’altro lato sensibilizzare e diffondere, attraverso moderne tecnologie, una cultura della prevenzione del rischio vulcanico, un rischio la cui incidenza in tutto il territorio del Golfo di Napoli è elevatissima.

Questa mostra è molto di più di una iniziativa didattica. – spiega Marcello Fiori, commissario delegato dell’area archeologica - Mancava infatti un percorso di conoscenza che potesse introdurre i giovani e non solo alla visita degli scavi di Pompei e al suo rapporto storico con il Vesuvio. Pompei è il ricordo di una tragedia che per noi è divenuta opportunità unica di saperi, ma il legame con il territorio e con i suoi rischi non va mai dimenticato. L’obiettivo è di far crescere sempre più questa esperienza rendendola parte integrante della visita’’.

Cinque le sezioni in cui si divide il percorso espositivo.
Il Vesuvio la cui eruzione fu causa della fine di Pompei; alla fama mondiale di questo vulcano è dedicata la prima sezione, in cui saranno esposte suggestive riproduzioni, antichi documenti d’archivio, campioni di rocce, nonché filmati e fotografie delle più devastanti eruzioni.

A seguire, “L’ultimo giorno di Pompei”, sezione dedicata ad una narrazione storica, scientifica, letteraria, visiva e virtuale che ricostruisce gli ultimi istanti della città in quel fatidico 79 d.C.

Il percorso prosegue dando ampio spazio alla storia degli scavi, 250 anni di ricerche, che hanno condotto al rinvenimento delle antiche vestigia sepolte.
La sezione affronta le diverse fasi che hanno portato al disvelamento dell’antica città: dalle prime campagne di scavo volute da Carlo di Borbone nel 1748, fino alle ultime campagne di scavo attuate con criteri sempre più rivolti alla conservazione.


>>Continua a leggere "Pompei e il Vesuvio. Scienza, conoscenza ed esperienza"

846 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Pompei e il Vesuvio. Scienza, conoscenza ed esperienza Technorati Pompei e il Vesuvio. Scienza, conoscenza ed esperienza Google Pompei e il Vesuvio. Scienza, conoscenza ed esperienza Bookmark Pompei e il Vesuvio. Scienza, conoscenza ed esperienza  at del.icio.us Digg Pompei e il Vesuvio. Scienza, conoscenza ed esperienza Bookmark Pompei e il Vesuvio. Scienza, conoscenza ed esperienza  at YahooMyWeb Bookmark Pompei e il Vesuvio. Scienza, conoscenza ed esperienza  at reddit.com Bookmark Pompei e il Vesuvio. Scienza, conoscenza ed esperienza  at NewsVine Bookmark Pompei e il Vesuvio. Scienza, conoscenza ed esperienza  with wists Bookmark using any bookmark manager!