Travel Guide Blog - News dall'Europa

Berlino non è più a buon mercato, affitti in aumento

Scritto da Apcom • Mercoledì, 27 luglio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Berlino
Cresce anche il costo case di proprietà, secondo ricerca mercato

Berlino resta sexy, ma non è più povera, almeno a giudicare dal veloce e inesorabile aumento degli affitti e del costo delle case di proprietà.

Già qualche tempo fa il sindaco glamour di Berlino, Klaus Wowereit (Spd), aveva dichiarato che la città stava perdendo la sua reputazione di essere "povera e sexy" ("arm aber sexy", slogan da lui stesso coniato), perchè gli affitti sono in crescita.
A confermarlo ora una ricerca della società di mediazione Jones Lang Lasalle sullo sviluppo del mercato del mattone nella capitale e in altre otto grandi città tedesche nella seconda metà del 2010.


>>Continua a leggere "Berlino non è più a buon mercato, affitti in aumento"

832 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Berlino non è più a buon mercato, affitti in aumento Technorati Berlino non è più a buon mercato, affitti in aumento Google Berlino non è più a buon mercato, affitti in aumento Bookmark Berlino non è più a buon mercato, affitti in aumento  at del.icio.us Digg Berlino non è più a buon mercato, affitti in aumento Bookmark Berlino non è più a buon mercato, affitti in aumento  at YahooMyWeb Bookmark Berlino non è più a buon mercato, affitti in aumento  at reddit.com Bookmark Berlino non è più a buon mercato, affitti in aumento  at NewsVine Bookmark Berlino non è più a buon mercato, affitti in aumento  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Villa Liebermann sul Wannsee

Scritto da Daniela Saccà • Lunedì, 18 luglio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Berlino

Se non ci fosse la casetta della cassa, si potrebbe pensare che Max Liebermann stia guardando da dietro l'angolo per offrire al visitatore una tazza di tè dalla terrazza di casa sua. Villa Liebermann è un luogo paradisiaco: il pittore berlinese Max Liebermann fuggì nel suo rifugio sul lago Wannsee dalla Berlino oramai divenuta chiassosa e sporca. Dopo un delicato e amorevole restauro della casa e del disegno originale del giardino, oggi si può fare come lui, almeno come visitatori.


>>Continua a leggere "Villa Liebermann sul Wannsee"

1413 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Villa Liebermann sul Wannsee Technorati Villa Liebermann sul Wannsee Google Villa Liebermann sul Wannsee Bookmark Villa Liebermann sul Wannsee  at del.icio.us Digg Villa Liebermann sul Wannsee Bookmark Villa Liebermann sul Wannsee  at YahooMyWeb Bookmark Villa Liebermann sul Wannsee  at reddit.com Bookmark Villa Liebermann sul Wannsee  at NewsVine Bookmark Villa Liebermann sul Wannsee  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Estate a Berlino!

Scritto da Daniela Saccà • Martedì, 14 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Berlino
Quando vicino al Reichstag si vede affondare il sole rosso nel fiume Sprea, i bar da spiaggia alzano il volume della musica. Sabbia fine tra le dita del piede, un prosecco con ghiaccio in mano e il gorgogliare dell'acqua davanti alla sdraio: è così che si può trascorrere splendidamente l'estate in città.


>>Continua a leggere "Estate a Berlino!"

1202 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Estate a Berlino! Technorati Estate a Berlino! Google Estate a Berlino! Bookmark Estate a Berlino!  at del.icio.us Digg Estate a Berlino! Bookmark Estate a Berlino!  at YahooMyWeb Bookmark Estate a Berlino!  at reddit.com Bookmark Estate a Berlino!  at NewsVine Bookmark Estate a Berlino!  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Shopping a Berlino!

Scritto da Daniela Saccà • Lunedì, 24 gennaio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Berlino

Davvero unica l’offerta per lo shopping: oltre a una dozzina di centri commerciali, tantissime vie per fare acquisti, tra cui spiccano le famose Kurfürstendamm e Friedrichstrasse, oltre agli insoliti negozietti nei quartieri Kreuzberg, Mitte e Prenzlauer Berg.

Il corso Kurfürstendamm (o Ku’damm) si estende dalla chiesa della memoria (Gedächtniskirche) fino al laghetto Halensee, dove hanno inizio le colonie di ville di Berlino est. La parte alta di questa arteria stradale, coi suoi grandi magazzini e i negozi di moda, è un paradiso dello shopping anche per i più giovani. La piazza Adenauerplatz ha invece un'impronta più esclusiva: nei sontuosi edifici di fine Ottocento, hanno sede le maison della moda internazionale, da Jil Sander fino a Yves St. Laurent. La lunga via Friedrichstrasse richiama i leggendari anni ’20 e, con gli edifici appena rinnovati, gli uffici eleganti e i caffè, trasmette tutta la frizzante vitalità newyorkese nel bel mezzo di Berlino.


>>Continua a leggere "Shopping a Berlino!"

1131 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Shopping a Berlino! Technorati Shopping a Berlino! Google Shopping a Berlino! Bookmark Shopping a Berlino!  at del.icio.us Digg Shopping a Berlino! Bookmark Shopping a Berlino!  at YahooMyWeb Bookmark Shopping a Berlino!  at reddit.com Bookmark Shopping a Berlino!  at NewsVine Bookmark Shopping a Berlino!  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Berlino: Innen Stadt Außen (Centro Città Fuori)

Scritto da Fiamma • Giovedì, 6 maggio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Berlino

Innen Stadt Außen (Centro Città Fuori), è la prima mostra personale dell’artista da-nese-islandese Olafur Eliasson in un’istituzione berlinese.

Punto di partenza temati-co della mostra, è il rapporto stretto che Olafur Eliassons ha con Berlino, la città dove vive e lavora da molti anni. Qui ha anche messo su un Atelier molto particolare ricco di sfaccettature che riunisce ricerca, produzione e teoria.

Dal 2009 ha una cattedra all’Università delle Arti di Berlino e lì dirige l’Istituto per gli Esperimenti Spaziali.

Dopo numerose mostre panoramiche e progetti internazionali, fra l’altro a Londra, New York, Kanazawa e Sydney, questa mostra trarrà vantaggio dal fatto che Berlino, come luogo di continui cambiamenti è ancora aperta a fare esperimenti con l’architettura e la struttura urbana.

Grazie a numerose istallazioni nuove, realizzate appositamente per la mostra, il Martin-Gropius-Bau diventerà un palco dedicato ai lavori di Olafur Eliasson.
Innen Stadt Außen si occupa intensamente del rapporto del museo con la città, dell’architettura con l’ambiente, oltre che fra spazio,corpo e tempo.

Le ricerche nell’ambiente dei musei sono sostenute e commentate tramite progetti effimeri nell’ambiente pubblico collegando così il Martin-Gropius-Bau a diversi luoghi nella città.


>>Continua a leggere "Berlino: Innen Stadt Außen (Centro Città Fuori)"

1740 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Berlino: Innen Stadt Außen (Centro Città Fuori) Technorati Berlino: Innen Stadt Außen (Centro Città Fuori) Google Berlino: Innen Stadt Außen (Centro Città Fuori) Bookmark Berlino: Innen Stadt Außen (Centro Città Fuori)  at del.icio.us Digg Berlino: Innen Stadt Außen (Centro Città Fuori) Bookmark Berlino: Innen Stadt Außen (Centro Città Fuori)  at YahooMyWeb Bookmark Berlino: Innen Stadt Außen (Centro Città Fuori)  at reddit.com Bookmark Berlino: Innen Stadt Außen (Centro Città Fuori)  at NewsVine Bookmark Berlino: Innen Stadt Außen (Centro Città Fuori)  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Frida Kahlo – Retrospettiva

Scritto da Fiamma • Giovedì, 11 marzo 2010 • Commenti 0 • Categoria: Berlino
Frida Kahlo – Retrospettiva. Il Martin-Gropius-Bau a Berlino, dedica dal 30 aprile al 9 agosto 2010 un’ampia retrospettiva alla famosa artista messicana Frida Kahlo.

Frida Kahlo, nata a Coyoacán, Città del Messico, è una delle grandi figure d’identificazione dell’arte latino-americana.

Si distingue quale una delle più famose artiste della prima metà del XX secolo.
In seguito a un incidente di autobus avvenuto il 17 settembre 1925, Frida Kahlo patì per tutta la vita i dolori e le conseguenze delle sue numerose operazioni.
Queste esperienze profonde hanno segnato la sua opera e il suo mondo.
L’amicizia con personaggi celebri dell’epoca come Leo Trotzki, André Breton oppure Nickolas Muray influenzarono la sua vita movimentata. Nel 1929 sposò il famoso pittore murale messicano Diego Rivera, che la appoggiò nella sua carriera artistica.

Nelle sue opere, Frida Kahlo riprende la prima arte messicana, quella degli Aztechi e dei Maya.
I suoi lavori riflettono aspetti sociali e politici ma soprattutto privati della sua vita.
Nel 1938 /39 le sono state dedicate mostre personali con grandi successi sia a New York che a Parigi. In seguito ottenne una cattedra all’Accademia di Pittura e Scultura dal Ministero per l’Istruzione messicano, chiamato “La Esmeralda”.
Insegnò pittura murale e pittura e ottenne il Premio Nazionale per l’arte. Per alcuni anni riuscì a mantenere la sua attività di insegnamento fino a quando dovette interromperla a causa del suo cattivo stato di salute.

Mostra
La mostra al Martin-Gropius-Bau, la cui curatrice è la storica dell’arte Helga Prignitz-Poda, sarà la mostra più completa mai dedicata a Frida Kahlo con circa 150 opere (dipinti e disegni).


>>Continua a leggere "Frida Kahlo – Retrospettiva"

5087 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Frida Kahlo – Retrospettiva Technorati Frida Kahlo – Retrospettiva Google Frida Kahlo – Retrospettiva Bookmark Frida Kahlo – Retrospettiva  at del.icio.us Digg Frida Kahlo – Retrospettiva Bookmark Frida Kahlo – Retrospettiva  at YahooMyWeb Bookmark Frida Kahlo – Retrospettiva  at reddit.com Bookmark Frida Kahlo – Retrospettiva  at NewsVine Bookmark Frida Kahlo – Retrospettiva  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Berlino: Tesori del Museo Aga Khan. Capolavori di Arte Islamica

Scritto da Fiamma • Mercoledì, 24 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Berlino
Per la prima volta sarà esposta in Germania la collezione di Aga Khan. Più di 200 capolavori documentano più di 1000 anni di storia della cultura.

Le opere esposte al Martin-Gropius-Bau a Berlino, provengono dalla collezione dell’Aga Khan Trust for Culture.
Karim Aga Khan IV è il capo spirituale degli ismaeliti e al contempo è considerato il discendente diretto del profeta Maometto.

La sua collezione è una delle più importanti e più preziose collezioni di arte islamica e sarà ospitata dal 2013 nel nuovo museo Aga Khan di Toronto.

La mostra di Berlino espone alcune delle opere d’arte più importanti del mondo provenienti da paesi a stampo islamico.

Fra le opere sono esposte delle pagine del poema eroico persiano „Shahnama“, il cosiddetto “Libro dei Re”, del poeta Firdawsi. Le miniature sono fra le più degne di nota al mondo; inoltre il manoscritto arabo finora più antico, tradotto in un secondo tempo, del “Canone della Medicina” di Ibn Sina (Avicenna).


>>Continua a leggere "Berlino: Tesori del Museo Aga Khan. Capolavori di Arte Islamica"

1648 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Berlino: Tesori del Museo Aga Khan. Capolavori di Arte Islamica Technorati Berlino: Tesori del Museo Aga Khan. Capolavori di Arte Islamica Google Berlino: Tesori del Museo Aga Khan. Capolavori di Arte Islamica Bookmark Berlino: Tesori del Museo Aga Khan. Capolavori di Arte Islamica  at del.icio.us Digg Berlino: Tesori del Museo Aga Khan. Capolavori di Arte Islamica Bookmark Berlino: Tesori del Museo Aga Khan. Capolavori di Arte Islamica  at YahooMyWeb Bookmark Berlino: Tesori del Museo Aga Khan. Capolavori di Arte Islamica  at reddit.com Bookmark Berlino: Tesori del Museo Aga Khan. Capolavori di Arte Islamica  at NewsVine Bookmark Berlino: Tesori del Museo Aga Khan. Capolavori di Arte Islamica  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Berlino: F.C. Gundlach. La sua opera fotografica

Scritto da Fiamma • Giovedì, 18 febbraio 2010 • Commenti 1 • Categoria: Berlino
A partire dal novembre 2009, il Martin-Gropius-Bau presenterà, con la mostra "F.C. Gundlach. La sua opera fotografica“, una retrospettiva definitiva sull’opera fotografica di tutta una vita di uno dei più importanti fotografi della moda, che ha lavorato dalla metà del 1950 fino al 1990 per le riviste e le pubblicazioni più importanti.

Oltre alle numerose fotografie conosciute, questa ampia presentazione senza precedenti rivela molte sfaccettature sconosciute dell’opera di F.C. Gundlach.

I curatori Klaus Honnef, Hans-Michael Koetzle, Sebastian Lux e Ulrich Rüter offrono, grazie ai risultati di nu-merosi anni di ricerca, una nuova visione dell’opera fotografica di F.C. Gundlach: le sue radici sono nel fotogiornalismo, che si rispecchia nella specificità dell’estetica delle sue fotografie, nel suo modo di pensare in serie e sequenze, nel suo approccio narrativo.

La mostra tocca avvenimenti e sviluppi, sia sociali che culturali, nel corso di più secoli. Alla mostra saranno esposti gli esempi sperimentali della prima fase dei suoi lavori che risalgono all’incirca alla Parigi degli anni 50, i ritratti pregnanti di rinomati attori e registi del mondo cinematografico internazionale e della Germania orientale così come i primi reportage e le fotografie dell’infanzia di F.C. Gundlach per lo più sconosciute.

Per la prima volta vengono esposti in questa entità le foto di F.C. Gundlach pubblicate nelle riviste, in particolare in Film und Frau (1951–1965) e Brigitte (1963–1986). Oltre alle fotografie, sono anche esposti i frontespizi e un’ampia scelta di pa-gine doppie delle sue fotografie nel contesto delle riviste.

Guardando le opere di Gundlach nella loro completezza, diviene molto chiara la sua apertura per le innovazioni nelle tecniche fotografiche (fotografie in mini formato, Flash ad elettroni o foto a colori).
Le sue fotografie della moda lo hanno portato a Parigi, New York ed anche in Egitto e Marocco.


>>Continua a leggere "Berlino: F.C. Gundlach. La sua opera fotografica"

3066 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Berlino: F.C. Gundlach. La sua opera fotografica Technorati Berlino: F.C. Gundlach. La sua opera fotografica Google Berlino: F.C. Gundlach. La sua opera fotografica Bookmark Berlino: F.C. Gundlach. La sua opera fotografica  at del.icio.us Digg Berlino: F.C. Gundlach. La sua opera fotografica Bookmark Berlino: F.C. Gundlach. La sua opera fotografica  at YahooMyWeb Bookmark Berlino: F.C. Gundlach. La sua opera fotografica  at reddit.com Bookmark Berlino: F.C. Gundlach. La sua opera fotografica  at NewsVine Bookmark Berlino: F.C. Gundlach. La sua opera fotografica  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Berlino: Linguaggi del Futurismo: Letteratura, Pittura, Scultura, Musica, Teatro, Fotografia

Scritto da Fiamma • Martedì, 17 novembre 2009 • Commenti 1 • Categoria: Berlino
Linguaggi del Futurismo: Letteratura, Pittura, Scultura, Musica, Teatro, Fotografia. Le forme espressive artistiche del Futurismo. In occasione del centenario della nascita del movimento futurista il Martin-Gropius-Bau presenta, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino e con il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto (Mart), una mostra dedicata alle diverse forme espressive del Futurismo – dalla pittura alla scultura fino alla letteratura.

La maggior parte delle opere della mostra proviene del Mart, istituzione le cui collezioni comprendono oltre 4.000 opere futuriste, fra le quali capolavori di Carrà, Severini, Russolo e Balla, e che dispone di fondi documentari e librari dei maggiori protagonisti dell'avanguardia storica.

Oltre al museo e al Centro Internazionale di Studi, il Mart annovera anche la Casa Museo Depero, primo museo futurista d’Italia, realizzato da Fortunato Depero d’intesa con il Comune di Rovereto e inaugurato nel 1959.

Focus della mostra di Berlino, così come si comprende dal titolo, è la presentazione e la valorizzazione di quel progetto arte-vita che il Futurismo teorizzò in tutti i suoi manifesti e praticò con grande coerenza in un programma che vide la partecipazione di tutte le arti alla costruzione di una nuova estetica del quotidiano.


>>Continua a leggere "Berlino: Linguaggi del Futurismo: Letteratura, Pittura, Scultura, Musica, Teatro, Fotografia"

2465 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Berlino: Linguaggi del Futurismo: Letteratura, Pittura, Scultura, Musica, Teatro, Fotografia Technorati Berlino: Linguaggi del Futurismo: Letteratura, Pittura, Scultura, Musica, Teatro, Fotografia Google Berlino: Linguaggi del Futurismo: Letteratura, Pittura, Scultura, Musica, Teatro, Fotografia Bookmark Berlino: Linguaggi del Futurismo: Letteratura, Pittura, Scultura, Musica, Teatro, Fotografia  at del.icio.us Digg Berlino: Linguaggi del Futurismo: Letteratura, Pittura, Scultura, Musica, Teatro, Fotografia Bookmark Berlino: Linguaggi del Futurismo: Letteratura, Pittura, Scultura, Musica, Teatro, Fotografia  at YahooMyWeb Bookmark Berlino: Linguaggi del Futurismo: Letteratura, Pittura, Scultura, Musica, Teatro, Fotografia  at reddit.com Bookmark Berlino: Linguaggi del Futurismo: Letteratura, Pittura, Scultura, Musica, Teatro, Fotografia  at NewsVine Bookmark Berlino: Linguaggi del Futurismo: Letteratura, Pittura, Scultura, Musica, Teatro, Fotografia  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Berlino: Herlinde Koelbl – Fotografie

Scritto da Fiamma • Mercoledì, 14 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Berlino
Cosa spinge l’uomo all’azione Le fotografie di Herlinde Koelbl 1976-2009.
L’uomo è imprevedibile”. Questa è la risposta che Herlinde Koelbl ha dato una volta alla domanda sul perché non fotografasse montagne o paesaggi.

Forse questa frase ci fa già intuire cosa rende così speciale il lavoro di quest’artista tedesca della fotografia: vuole capire gli uomini, vuole scoprire qualcosa su di loro, come vivono, di cosa si circondano, cosa è apparenza e cosa realtà, che cosa li entusiasma e che cosa li costerna.

Le sue fotografie sono esperienze intense perché nascono da un interesse autentico e dalla curiosità per la persona che le sta di fronte e perché il rispetto per la vita altrui rimane sempre percepibile.

Nelle sue fotografie nessuno viene messo a nudo, ma viene interrogato in modo tenace ed esigente.

Questo vale sia per Gerhard Schröder che per la coppia fotografata fra le proprie quattro mura.

Herlinde Koelbl scrive ormai da più di trent’anni un grande romanzo sulla nostra epoca. Capitolo dopo capitolo, aggiunge dettagli e sembra che tutti i progetti facciano parte di una catena.


>>Continua a leggere "Berlino: Herlinde Koelbl – Fotografie"

1421 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Berlino: Herlinde Koelbl – Fotografie Technorati Berlino: Herlinde Koelbl – Fotografie Google Berlino: Herlinde Koelbl – Fotografie Bookmark Berlino: Herlinde Koelbl – Fotografie  at del.icio.us Digg Berlino: Herlinde Koelbl – Fotografie Bookmark Berlino: Herlinde Koelbl – Fotografie  at YahooMyWeb Bookmark Berlino: Herlinde Koelbl – Fotografie  at reddit.com Bookmark Berlino: Herlinde Koelbl – Fotografie  at NewsVine Bookmark Berlino: Herlinde Koelbl – Fotografie  with wists Bookmark using any bookmark manager!

20° anniversario della caduta del Muro di Berlino

Scritto da Fiamma • Venerdì, 2 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Berlino
20° anniversario della caduta del Muro di Berlino.

Il Muro di Berlino è da tempo scomparso dalla città riunificata. Ma il ricordo è ancora vivo e molti visitatori di tutto il mondo sono delusi o sorpresi del fatto che si può trovare ormai poco dell’"opera edilizia più famosa di Berlino".

In effetti le due metà della città divise per decenni sono cresciute unificandosi in modo molto visibile.
I resti ancora conservati dell’impianto di confine della RDT non fanno più paura e devono rimanere conservati per i posteri.
I luoghi della memoria delle vittime del Muro richiedono un momento di sosta perché diventi comprensibile il loro messaggio.

Il 1989 costituisce una pietra miliare nella storia della Germania e di tutta l'Europa. Nell'autunno di quell'anno, in alcune città della ex Germania Est (Dresda, Lipsia, Plauen, Berlino Est) si susseguirono manifestazioni di protesta contro il regime, fatti storici che andarono sotto il nome di "Rivoluzione pacifica", e nella notte tra il 9 e il 10 novembre 1989, il Muro di Berlino, costruito nel 1961, fu abbattuto e la frontiera verso la Germania Ovest fu aperta.

Per commemorare il 20° anniversario di questo avvenimento epocale che mutò radicalmente i destini della Germania portando alla riunificazione del Paese, sono in programma diverse mostre, feste e altri eventi.


>>Continua a leggere "20° anniversario della caduta del Muro di Berlino"

7822 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon 20° anniversario della caduta del Muro di Berlino Technorati 20° anniversario della caduta del Muro di Berlino Google 20° anniversario della caduta del Muro di Berlino Bookmark 20° anniversario della caduta del Muro di Berlino  at del.icio.us Digg 20° anniversario della caduta del Muro di Berlino Bookmark 20° anniversario della caduta del Muro di Berlino  at YahooMyWeb Bookmark 20° anniversario della caduta del Muro di Berlino  at reddit.com Bookmark 20° anniversario della caduta del Muro di Berlino  at NewsVine Bookmark 20° anniversario della caduta del Muro di Berlino  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Berlino: Le Corbusier – Arte e architettura

Scritto da Fiamma • Martedì, 23 giugno 2009 • Commenti 0 • Categoria: Berlino
Le Corbusier (1887–1965) è considerato uno dei più importanti architetti del XX secolo. La sua opera ha influenzato e continua ad influenzare l’architettura e l’urbanistica.

La mostra, dal 9 luglio al 5 ottobre 2009, rappresenta, da un lato, una visione prettamente contemporanea di Le Corbusier e include i risultati delle ricerche più recenti cercando di rendere giustizia al dibattito permanente su Le Corbusier.

Dall’altro, la mostra è intesa come introduzione all’opera dell’architetto – soprattutto per i giovani, per i quali Le Corbusier è ormai un personaggio storico del XX secolo.

Il percorso espositivo è diviso in tre sezioni relativamente autonome: “Contexts”, “Privacy and Publicity” e “Built Art” e tratterà i temi principali dell’opera di Corbusier: il suo fascino per le metropoli moderne, per il Mediterraneo e per l’Oriente, la sua passione per le forme organiche negli anni trenta, ma pure il suo interesse per le nuove tecnologie e i nuovi media.

Solo la congiunzione di questi e di tanti altri aspetti permette una comprensione globale della sua opera, che si manifestava in un rapporto sempre più intenso tra architettura, urbanistica, pittura, design, film e altre discipline.


>>Continua a leggere "Berlino: Le Corbusier – Arte e architettura"

2754 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Berlino: Le Corbusier – Arte e architettura Technorati Berlino: Le Corbusier – Arte e architettura Google Berlino: Le Corbusier – Arte e architettura Bookmark Berlino: Le Corbusier – Arte e architettura  at del.icio.us Digg Berlino: Le Corbusier – Arte e architettura Bookmark Berlino: Le Corbusier – Arte e architettura  at YahooMyWeb Bookmark Berlino: Le Corbusier – Arte e architettura  at reddit.com Bookmark Berlino: Le Corbusier – Arte e architettura  at NewsVine Bookmark Berlino: Le Corbusier – Arte e architettura  with wists Bookmark using any bookmark manager!