Travel Guide Blog - News dall'Europa

A Cento si espone la 'Diana cacciatrice' del Guercino

Scritto da Apcom • Giovedì, 23 giugno 2011 • Commenti 1 • Categoria: Italia
L'opera esposta dal 4 giugno al 10 luglio

La Pinacoteca di Cento - si legge in una nota - espone per la prima volta un'importante opera del Guercino, nato proprio nella cittadina emiliana.

Si tratta della "Diana Cacciatrice", che mostra la delicata sensualità della dea insieme a una tenera umanità.

L'opera, presentata il 3 giugno a Cento, è nota anche per la raffigurazione di un levriero che con la torsione del collo movimenta il dipinto.

La Diana Cacciatrice, che appartiene alla Fondazione Sorgente Group, viene esposta dal 4 giugno al 10 luglio, nel corso di "Ospiti graditi n. 7" del Comune di Cento (Servizio Attività Culturali).

L'iniziativa intende far conoscere al pubblico opere e scoperte che riguardano il Guercino. La mostra è dedicata al massimo esperto del maestro centese, Denis Mahon, morto il 27 aprile scorso a 100 anni.


>>Continua a leggere "A Cento si espone la 'Diana cacciatrice' del Guercino"

804 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon A Cento si espone la 'Diana cacciatrice' del Guercino Technorati A Cento si espone la 'Diana cacciatrice' del Guercino Google A Cento si espone la 'Diana cacciatrice' del Guercino Bookmark A Cento si espone la 'Diana cacciatrice' del Guercino  at del.icio.us Digg A Cento si espone la 'Diana cacciatrice' del Guercino Bookmark A Cento si espone la 'Diana cacciatrice' del Guercino  at YahooMyWeb Bookmark A Cento si espone la 'Diana cacciatrice' del Guercino  at reddit.com Bookmark A Cento si espone la 'Diana cacciatrice' del Guercino  at NewsVine Bookmark A Cento si espone la 'Diana cacciatrice' del Guercino  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Salone Internazionale del Mobile

Scritto da Daniela Saccà • Martedì, 29 marzo 2011 • Commenti 0 • Categoria: Milano
1961 - 2011. Quest'anno il Salone del Mobile compie 50 anni e lo fa in grande stile. Il quartiere espositivo di Rho ospita lo storico e immancabile appuntamento, che per l'edizione 2011 si articola in cinque manifestazioni fieristiche: il Salone Internazionale del Mobile, il Salone Internazionale del Complemento d'Arredo, le biennali Euroluce e SaloneUfficio e il SaloneSatellite.


>>Continua a leggere "Salone Internazionale del Mobile"

1031 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Salone Internazionale del Mobile Technorati Salone Internazionale del Mobile Google Salone Internazionale del Mobile Bookmark Salone Internazionale del Mobile  at del.icio.us Digg Salone Internazionale del Mobile Bookmark Salone Internazionale del Mobile  at YahooMyWeb Bookmark Salone Internazionale del Mobile  at reddit.com Bookmark Salone Internazionale del Mobile  at NewsVine Bookmark Salone Internazionale del Mobile  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Camera del Tesoro Profano e Sacro

Scritto da Daniela Saccà • Venerdì, 4 marzo 2011 • Commenti 0 • Categoria: Vienna

Siete mai stati a Vienna? Credete di aver visto tutto?

Due domande per introdurre questo argomento: la Camera del Tesoro, la più importante del mondo, la più ammirata da visitatori di tutto il mondo!
Qui, nella parte più antica della Hofburg (13° secolo), si trovano oltre alla corona del Sacro Romano Impero (962 circa) e alla corona degli imperatori austriaci (1602), anche il tesoro dei Burgundi, del 15° secolo, e il tesoro dell’Ordine del Vello d’Oro.


>>Continua a leggere "Camera del Tesoro Profano e Sacro"

1414 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Camera del Tesoro Profano e Sacro Technorati Camera del Tesoro Profano e Sacro Google Camera del Tesoro Profano e Sacro Bookmark Camera del Tesoro Profano e Sacro  at del.icio.us Digg Camera del Tesoro Profano e Sacro Bookmark Camera del Tesoro Profano e Sacro  at YahooMyWeb Bookmark Camera del Tesoro Profano e Sacro  at reddit.com Bookmark Camera del Tesoro Profano e Sacro  at NewsVine Bookmark Camera del Tesoro Profano e Sacro  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il museo delle Borse e delle Borsette Hendrikje

Scritto da Daniela Saccà • Mercoledì, 23 febbraio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Amsterdam

Il Museo delle Borse e delle Borsette Hendrikje mette in scena la storia delle borse occidentali per signora dal tardo Medioevo fino ai nostri giorni. È l’unico museo al mondo con una collezione così completa e specializzata: borsette del XVI secolo; pochette e porta monete del XVII secolo; sacchetti, borsette con tracolla a catena del XVIII secolo; borse in tessuto del XIX secolo e, del XX e XXI secolo, marchi famosi, modelli speciali e borsette contemporanee.

Il museo si è sviluppato dalla collezione privata di Hendrikje Ivo, che collezionò borse per più di 35 anni. Una passione personale diventata una vasta collezione esposta ad Amstelveen per 10 anni. Nel 2007 il museo si è trasferito ad Amsterdam nella sua sede attuale.


>>Continua a leggere "Il museo delle Borse e delle Borsette Hendrikje"

1914 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Il museo delle Borse e delle Borsette Hendrikje Technorati Il museo delle Borse e delle Borsette Hendrikje Google Il museo delle Borse e delle Borsette Hendrikje Bookmark Il museo delle Borse e delle Borsette Hendrikje  at del.icio.us Digg Il museo delle Borse e delle Borsette Hendrikje Bookmark Il museo delle Borse e delle Borsette Hendrikje  at YahooMyWeb Bookmark Il museo delle Borse e delle Borsette Hendrikje  at reddit.com Bookmark Il museo delle Borse e delle Borsette Hendrikje  at NewsVine Bookmark Il museo delle Borse e delle Borsette Hendrikje  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il castello di Herberstein

Scritto da Daniela Saccà • Martedì, 8 febbraio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Austria

Misteriosamente nascosto nel paesaggio romantico della gola Feistritzklamm, in Stiria, il castello di Herberstein è uno dei più famosi castelli austriaci.

Armoniosamente composto da elementi di epoche diverse, gotica, rinascimentale e barocca, il castello narra una storia emozionante, lunga sette secoli, e la tradizione di un nobile casato della Stiria. Grazie alla presenza di uno zoo, il castello è diventato una grande attrazione per il pubblico.
Un'ulteriore attrazione è il giardino storico, oggi interpretato in chiave moderna come parco dei temperamenti, composto da un giardino verde, bianco, giallo e blu, affiancato da un giardino del mattino, del mezzogiorno, del pomeriggio e della sera.


>>Continua a leggere "Il castello di Herberstein"

1744 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Il castello di Herberstein Technorati Il castello di Herberstein Google Il castello di Herberstein Bookmark Il castello di Herberstein  at del.icio.us Digg Il castello di Herberstein Bookmark Il castello di Herberstein  at YahooMyWeb Bookmark Il castello di Herberstein  at reddit.com Bookmark Il castello di Herberstein  at NewsVine Bookmark Il castello di Herberstein  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Atelier fotografico Seidel aperto anche in inverno!

Scritto da Daniela Saccà • Lunedì, 3 gennaio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Repubblica Ceca

Oggi ci troviamo nel centro della città di Český Krumlov dove potrete visitare il palazzo pittoresco della Secessione e vedere l’esposizione che entusiasmerà non solo gli appassionati di fotografia!
Durante la visita di un'ora, potrete conoscere molto sull'epoca in cui nasceva la fotografia e sul destino della famiglia del fotografo Josef Seidel che fece costruire questo Atelier fotografico

Il palazzo dell’anno 1905 è un bene culturale unico nel suo genere ed eccezionale non solo per la conservazione della sua struttura bensì soprattutto per il volume dell’arredamento conservato e delle collezioni fotografiche presentate in questi spazi.


>>Continua a leggere "Atelier fotografico Seidel aperto anche in inverno!"

720 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Atelier fotografico Seidel aperto anche in inverno! Technorati Atelier fotografico Seidel aperto anche in inverno! Google Atelier fotografico Seidel aperto anche in inverno! Bookmark Atelier fotografico Seidel aperto anche in inverno!  at del.icio.us Digg Atelier fotografico Seidel aperto anche in inverno! Bookmark Atelier fotografico Seidel aperto anche in inverno!  at YahooMyWeb Bookmark Atelier fotografico Seidel aperto anche in inverno!  at reddit.com Bookmark Atelier fotografico Seidel aperto anche in inverno!  at NewsVine Bookmark Atelier fotografico Seidel aperto anche in inverno!  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo

Scritto da Fiamma • Martedì, 7 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Svizzera

È con una nuova mostra dedicata a Pablo Picasso e alla sua prima grande esposizione museale presentata proprio al Kunsthaus di Zurigo nel 1932, che il museo zurighese culmina i festeggiamenti per il centenario della sua apertura.

Baigneuses au ballon 1928 (Privatsammlung © 2010 ProLitteris, Zürich). Olio su tela


Non è un caso che il museo in stile liberty dell’Heimplatz - costruito dall’architetto svizzero Karl Moser (1860-1936) e inaugurato nel 1910 - abbia scelto di coronare il suo giubileo con una mostra che ricorda e ricostruisce la memorabile esposizione che nel 1932 rese omaggio a Pablo Picasso (1881-1973).

Il Kunsthaus fu infatti la prima struttura istituzionale al mondo a presentare un’imponente retrospettiva dell’artista spagnolo e quella mostra marcò in maniera significativa e indelebile non soltanto il percorso del museo zurighese ma amplificò in modo straordinario la ricezione che il pubblico aveva di Picasso aprendo alla sua opera le strade del mondo.

Una rivoluzione: l’artista sceglie le sue opere
Già agli albori della sua storia il Kunsthaus si contraddistinse per una grande apertura nei confronti dei linguaggi artistici nuovi, ma lo spunto per allestire una mostra a Picasso, ormai indiscussa figura di punta dell’avanguardia del primo novecento, arrivò da Parigi.

 


>>Continua a leggere "Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo "

2128 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo  Technorati Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo  Google Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo  Bookmark Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo   at del.icio.us Digg Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo  Bookmark Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo   at YahooMyWeb Bookmark Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo   at reddit.com Bookmark Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo   at NewsVine Bookmark Pablo Picasso al Kunsthaus di Zurigo   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Marsciano (PG): Dalì. La Divina Commedia

Scritto da Fiamma • Martedì, 30 novembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Italia

Dopo il grande successo della mostra “L’incredibile apparente” di Marc Chagall, che nel 2008 interessò più di 5.000 visitatori, il Comune di Marsciano e la Società Sistema Museo, gestore della struttura e produttore dell’evento, si preparano ad ospitare, nella sezione dedicata alle mostre temporanee del Museo Dinamico del Laterizio e delle Terrecotte di Marsciano, le opere di un altro grandissimo artista del secolo scorso: Salvador Dalì.



La mostra, dal titolo “Dalì. La Divina Commedia”, prende il nome dall’omonima serie di xilografie nate dal genio dell’estroso artista spagnolo e ispirate al capolavoro dantesco.
Composta da cento opere a colori, firmate, numerate e pubblicate da Les Heures Claires a Parigi nel 1960, La Divina Commedia riunisce trentatre trittici, ognuno dei quali è composto di tre tavole riferite rispettivamente al Paradiso, al Purgatorio e all'Inferno danteschi.
Fondendo in sé simboli, allusioni, esotismo, magia e allegorie in un connubio perfetto, l’opera è una delle maggiori espressioni del metodo pittorico “paranoico-critico” caratteristico dell’artista surrealista.

Dalì creò questi capolavori nel suo periodo illustrativo migliore e lavorò per quasi nove anni alla realizzazione dei cento acquerelli che, in seguito all’esposizione nel 1960 al Musée Galliera di Parigi, furono trasposti, dopo quattro anni di assiduo lavoro con il maestro stampatore Raymond Jacquet, in altrettante xilografie.
Il risultato conseguito è eccellente, sia dal punto di vista tecnico che artistico.

Il soggetto della Divina Commedia, illustrato in precedenza da Botticelli, Blake, Bocklin e Doré, diviene per Dalì un viaggio nella memoria della propria poliedrica sperimentazione passata, e rappresenta una summa dell'arte del maestro spagnolo raggruppando vari aspetti della sua ricerca stilistica, dalla ''estetica del molle'' alla curiosità verso i miti classici, dall'interesse per la costruzione michelangiolesca delle figure al gusto per l'incisione circolare che dona loro una forma dinamica.
Nell'uso del colore ci si trova davanti ad una vera e propria antologia di modi, dal tratto fragile e guizzante all’uso plastico, come nei panneggi pesanti e materici.


>>Continua a leggere "Marsciano (PG): Dalì. La Divina Commedia"

1707 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Marsciano (PG): Dalì. La Divina Commedia Technorati Marsciano (PG): Dalì. La Divina Commedia Google Marsciano (PG): Dalì. La Divina Commedia Bookmark Marsciano (PG): Dalì. La Divina Commedia  at del.icio.us Digg Marsciano (PG): Dalì. La Divina Commedia Bookmark Marsciano (PG): Dalì. La Divina Commedia  at YahooMyWeb Bookmark Marsciano (PG): Dalì. La Divina Commedia  at reddit.com Bookmark Marsciano (PG): Dalì. La Divina Commedia  at NewsVine Bookmark Marsciano (PG): Dalì. La Divina Commedia  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Gallarate: Cosa fa la mia anima mentre sto lavorando? - le principali tendenze dell'arte contemporanea nazionale e internazionale dagli anni Cinquanta ad oggi

Scritto da Fiamma • Lunedì, 29 novembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Italia

Il MAGA di Gallarate, a pochi mesi dalla scomparsa del noto collezionista milanese Paolo Consolandi, gli rende omaggio con una mostra curata da Francesca Pasini ed Angela Vettese.

La mostra, attraverso una selezione delle straordinarie opere dell’importante collezione Consolandi, ripercorre le principali tendenze dell’arte contemporanea nazionale e internazionale dagli anni Cinquanta ad oggi, dando prova della grande sensibilità e lungimiranza e dello spiccato intuito di Paolo Consolandi.

Circa duecento opere di altrettanti artisti compongono l’allestimento suddiviso in sette nuclei tematici (Oltre la materia, Orizzonti, Scrivere e scriversi, Dialoghi eclettici, Corpo e mente, Ritratti, autoritratti e altro, Things), sezioni tematiche all’interno delle quali le opere di artisti storici dialogano e si mettono in relazione con quelle degli artisti più giovani sostenuti dal collezionista.

Come diceva Paolo Consolandi: Collezionare arte contemporanea significa non avere nostalgia del passato, ed è con questo criterio che ha scelto di interagire col suo tempo.
La sua intuizione - afferma Francesca Pasini curatrice della mostra con Angela Vettese - si è sempre rivolta allo stato nascente delle ricerche, così troviamo le opere germinali di Giulio Paolini, Alighiero Boetti, Giovanni Anselmo... ma anche la foto della prima performance di Vanessa Beecroft, la mano trafitta da una matita dell’indisciplinato studente Maurizio Cattelan, i primi lavori di Alberto Garutti, Stefano Arienti, Grazia Toderi, Elisabetta Di Maggio le lettere inviate da Sabrina Mezzaqui a Massimo Minini, prima di conoscerlo, prima di fare da lui la prima mostra, i ricami di esordio di Francesco Vezzoli. E poi Tacita Dean, Gabriel Orozco, Luca Vitone, Mark Dion, Roni Horn, Mona Hatoum, Cornelia Parker. Maestri acclamati come Gerhard Richter, Jannis Kounellis, Thomas Hirschhorn, Andy Warhol, Mike Kelly, Marina Abramovic, Thomas Struth, Rebecca Horn, Cindy Sherman, Anish Kapoor, hanno avviato, nella sua collezione, dialoghi a distanza ravvicinata con giovani quali Gianni Caravaggio, Sabrina Torelli, Francesco Gennari, Luca Trevisani, Dacia Manto, Jan Tweedy.


>>Continua a leggere "Gallarate: Cosa fa la mia anima mentre sto lavorando? - le principali tendenze dell'arte contemporanea nazionale e internazionale dagli anni Cinquanta ad oggi"

795 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Gallarate: Cosa fa la mia anima mentre sto lavorando? - le principali tendenze dell'arte contemporanea nazionale e internazionale dagli anni Cinquanta ad oggi Technorati Gallarate: Cosa fa la mia anima mentre sto lavorando? - le principali tendenze dell'arte contemporanea nazionale e internazionale dagli anni Cinquanta ad oggi Google Gallarate: Cosa fa la mia anima mentre sto lavorando? - le principali tendenze dell'arte contemporanea nazionale e internazionale dagli anni Cinquanta ad oggi Bookmark Gallarate: Cosa fa la mia anima mentre sto lavorando? - le principali tendenze dell'arte contemporanea nazionale e internazionale dagli anni Cinquanta ad oggi  at del.icio.us Digg Gallarate: Cosa fa la mia anima mentre sto lavorando? - le principali tendenze dell'arte contemporanea nazionale e internazionale dagli anni Cinquanta ad oggi Bookmark Gallarate: Cosa fa la mia anima mentre sto lavorando? - le principali tendenze dell'arte contemporanea nazionale e internazionale dagli anni Cinquanta ad oggi  at YahooMyWeb Bookmark Gallarate: Cosa fa la mia anima mentre sto lavorando? - le principali tendenze dell'arte contemporanea nazionale e internazionale dagli anni Cinquanta ad oggi  at reddit.com Bookmark Gallarate: Cosa fa la mia anima mentre sto lavorando? - le principali tendenze dell'arte contemporanea nazionale e internazionale dagli anni Cinquanta ad oggi  at NewsVine Bookmark Gallarate: Cosa fa la mia anima mentre sto lavorando? - le principali tendenze dell'arte contemporanea nazionale e internazionale dagli anni Cinquanta ad oggi  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Olanda: Spoorwegmuseum - Museo della Ferrovia

Scritto da Fiamma • Lunedì, 29 novembre 2010 • Commenti 1 • Categoria: Olanda

Lo Spoorwegmuseum, il museo della ferrovia, è un luogo ricco di avventura che vi porta alla scoperta di potenti locomotive e treni lussuosi dietro ai quali si nascondono segreti e storie.



Fate un giro emozionante nella sezione dedicata ai Mostri d’Acciaio e girovagate sui giganteschi treni a vapore.

Scendete in una vecchia miniera di carbone e passeggiate in un villaggio di minatori.
Salite su treni e locomotive, fate un giro nel Jumbo Express e mettetevi alla prova: sapete smistare i treni?





>>Continua a leggere "Olanda: Spoorwegmuseum - Museo della Ferrovia"

2194 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Olanda: Spoorwegmuseum - Museo della Ferrovia Technorati Olanda: Spoorwegmuseum - Museo della Ferrovia Google Olanda: Spoorwegmuseum - Museo della Ferrovia Bookmark Olanda: Spoorwegmuseum - Museo della Ferrovia  at del.icio.us Digg Olanda: Spoorwegmuseum - Museo della Ferrovia Bookmark Olanda: Spoorwegmuseum - Museo della Ferrovia  at YahooMyWeb Bookmark Olanda: Spoorwegmuseum - Museo della Ferrovia  at reddit.com Bookmark Olanda: Spoorwegmuseum - Museo della Ferrovia  at NewsVine Bookmark Olanda: Spoorwegmuseum - Museo della Ferrovia  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Monforte d'Alba (CN): Pensare Caravaggio

Scritto da Fiamma • Giovedì, 25 novembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Italia

15 artisti di oggi per ricordare, in modo tutt'altro che casuale, un grande artista di ieri, Michelangelo Merisi, a tutti noto come il Caravaggio.



Non è un qualsiasi estemporaneo "Omaggio a Caravaggio" quello che Caterina Bottari Lattes ha voluto per l'edizione invernale del Festival "Cambi di Stagione" nella sua Fondazione.

L'obiettivo era quello di verificare la persistenza di "sapori caravaggeschi" nell'opera di grandi artisti di oggi.
Vincenzo Gatti, curatore dell'esposizione, ne ha individuati 15: non gli unici, evidentemente, certo quelli che, a suo parere, nell'ambito della loro ricerca si sono maggiormente richiamati al grande pittore in maniera diretta oppure, al di là dei linguaggi, per matrice ideale.

Sono Aimone, Chessa, Ferroni, Francese, Garel, Guccione, Mattioli, Morlotti, Ruggeri, Saroni, Scalco, Soffiantino, Tommasi Ferroni, Ventrone e Vespignani.


>>Continua a leggere "Monforte d'Alba (CN): Pensare Caravaggio"

2009 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Monforte d'Alba (CN): Pensare Caravaggio Technorati Monforte d'Alba (CN): Pensare Caravaggio Google Monforte d'Alba (CN): Pensare Caravaggio Bookmark Monforte d'Alba (CN): Pensare Caravaggio  at del.icio.us Digg Monforte d'Alba (CN): Pensare Caravaggio Bookmark Monforte d'Alba (CN): Pensare Caravaggio  at YahooMyWeb Bookmark Monforte d'Alba (CN): Pensare Caravaggio  at reddit.com Bookmark Monforte d'Alba (CN): Pensare Caravaggio  at NewsVine Bookmark Monforte d'Alba (CN): Pensare Caravaggio  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Roma: Vincent van Gogh - Campagna senza tempo - Citta' moderna

Scritto da Fiamma • Mercoledì, 24 novembre 2010 • Commenti 1 • Categoria: Roma

Vincent van Gogh - Campagna senza tempo - Citta' moderna a cura di Cornelia Homburg



“Vincent van Gogh. Campagna senza tempo – Città moderna”: dal 9 ottobre 2010 al 30 gennaio 2011 il Complesso del Vittoriano di Roma riporta a Roma dopo ben ventidue anni il genio assoluto di Vincent van Gogh, che ha lasciato un segno indelebile nella storia dell'arte e nell'immaginario collettivo dell'uomo moderno.

Oltre 110 opere tra importanti dipinti, splendidi acquarelli e preziose opere su carta, illustrano l'intera straordinaria carriera del maestro olandese seguendo un percorso scientifico innovativo e affascinante, che analizza per la prima volta le due inclinazioni contraddittorie, che spesso guidarono il pittore nella scelta dei soggetti dei suoi dipinti: il suo amore per la campagna, come ambiente fisso e immutabile, e il suo legame con la città, centro della vita moderna e del suo rapido movimento.

Questa prestigiosa esposizione vanta la collaborazione ed il supporto delle piu' importanti istituzioni museali del mondo, insieme ad importantissime collezioni private. Tra esse spiccano: Van Gogh Museum, Kröller-Müller Stifting, Rijksmuseum, The Art Institute of Chicago, The Solomon R. Guggenheim Museum, The Museum of Modern Art, Hammer Museum, The Detroit Institute of Arts, National Gallery of Canada, Tate National, Muse'e du Louvre.

La mostra

Pittore di paesaggi traboccanti di luce, ma anche di vibranti ritratti, Vincent van Gogh era un artista impetuoso e appassionato che, all'occorrenza, dimostrava un altezzoso disprezzo per le convenzioni.

Nonostante i piu' vedano Van Gogh come un artista maledetto e guardino alle sue opere come al prodotto stupendo della sua follia, egli era, invece, un uomo di grande cultura, un pensatore raffinato che parlava perfettamente varie lingue, come il francese e l'inglese, e che aveva studiato per diventare mercante d'arte.

La sua sorprendente memoria visiva gli permetteva di ricordare fin nei minimi dettagli dipinti o stampe già visti e dalle sue lettere apprendiamo quanto importante sia stata questa conoscenza storico artistica per lo sviluppo del suo personale stile.


>>Continua a leggere "Roma: Vincent van Gogh - Campagna senza tempo - Citta' moderna"

1773 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Roma: Vincent van Gogh - Campagna senza tempo - Citta' moderna Technorati Roma: Vincent van Gogh - Campagna senza tempo - Citta' moderna Google Roma: Vincent van Gogh - Campagna senza tempo - Citta' moderna Bookmark Roma: Vincent van Gogh - Campagna senza tempo - Citta' moderna  at del.icio.us Digg Roma: Vincent van Gogh - Campagna senza tempo - Citta' moderna Bookmark Roma: Vincent van Gogh - Campagna senza tempo - Citta' moderna  at YahooMyWeb Bookmark Roma: Vincent van Gogh - Campagna senza tempo - Citta' moderna  at reddit.com Bookmark Roma: Vincent van Gogh - Campagna senza tempo - Citta' moderna  at NewsVine Bookmark Roma: Vincent van Gogh - Campagna senza tempo - Citta' moderna  with wists Bookmark using any bookmark manager!