Travel Guide Blog - News dall'Europa

Genova: Wild Wonders of Europe

Scritto da Fiamma • Venerdì, 4 giugno 2010 • Commenti 0 • Categoria: Genova

La grande fotografia celebra le bellezze naturali d’Europa e svela al grande pubblico per la prima volta la sorprendente ricchezza e varietà di un patrimonio naturale da proteggere e preservare.



Dal 5 al 20 giugno Palazzo Ducale di Genova ospita Wild Wonders of Europe, prima mostra “indoor” di un progetto che comprende anche un concorso, un libro e un sito web (www.wild-wonders.com) con video, foto, blog e informazioni.

Grazie a ottanta suggestive immagini, realizzate da sessantanove tra i migliori fotografi naturalisti d’Europa in 125 missioni attraverso 48 paesi europei, l’esposizione documenta le meraviglie naturali del nostro continente, i suoi paesaggi incontaminati, la sua fauna straordinaria, la sua incredibile biodiversità: dagli orsi polari delle Svalbard, nel Mare Glaciale Artico, alle tartarughe marine del Mediterraneo, dal bisonte selvaggio della Polonia ai ghiacciai coperti di neve del Caucaso.

Le immagini selezionate tra circa 200 mila scatti, realizzati lungo un periodo di quindici mesi, costituiscono un progetto unico, proposto per le celebrazioni – a Genova, il 5 giugno – del World Environment Day, nel contesto dell’anno internazionale della Biodiversità.

Venerdì 4 giugno alle ore 17, la Sindaco di Genova, Marta Vincenzi, e l’Assessore ai Parchi della Città di Genova, Pinuccia Montanari, membro dell’International Court of the Environment Foundation, inaugurano la mostra.

Dopo Genova l’esposizione – fino al 2012 – verrà ospitata nei 48 paesi europei dove hanno lavorato i vari fotografi e nel Nord America.


>>Continua a leggere "Genova: Wild Wonders of Europe"

1048 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Genova: Wild Wonders of Europe Technorati Genova: Wild Wonders of Europe Google Genova: Wild Wonders of Europe Bookmark Genova: Wild Wonders of Europe  at del.icio.us Digg Genova: Wild Wonders of Europe Bookmark Genova: Wild Wonders of Europe  at YahooMyWeb Bookmark Genova: Wild Wonders of Europe  at reddit.com Bookmark Genova: Wild Wonders of Europe  at NewsVine Bookmark Genova: Wild Wonders of Europe  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Lavorare il legno in Svezia con il Workshop Stugaproject

Scritto da Fiamma • Venerdì, 4 giugno 2010 • Commenti 0 • Categoria: Svezia
WORKSHOP STUGAPROJECT Dal 2 al 13 agosto, undici giorni nel comune di Hallefors (www.hallefors.se) in Svezia, al centro di grandi laghi e immense foreste.



StugaProject è un'occasione unica per imparare a lavorare il legno e costruire secondo le tecniche tradizionali svedesi.

Una visione a 360 gradi che parte dalla lavorazione del legno nei boschi fino alla visita della modernissima House of Design di Hallefors.

In mezzo a più di 400 laghi e in compagnia dei più caratteristici animali selvatici svedesi, dal castoro all'alce, il workshop si propone di riavvicinare la natura all'arte, all'architettura e al design, seguendo lo stile ArkiZoico.

La tradizione della sauna, chiamata Bastu, e le luminose notti scandinave fanno da grande scenario per un'esperienza che è invasa da uno spirito di conquista e di avventura tipico di AtelierFORTE.


>>Continua a leggere "Lavorare il legno in Svezia con il Workshop Stugaproject"

2218 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Lavorare il legno in Svezia con il Workshop Stugaproject Technorati Lavorare il legno in Svezia con il Workshop Stugaproject Google Lavorare il legno in Svezia con il Workshop Stugaproject Bookmark Lavorare il legno in Svezia con il Workshop Stugaproject  at del.icio.us Digg Lavorare il legno in Svezia con il Workshop Stugaproject Bookmark Lavorare il legno in Svezia con il Workshop Stugaproject  at YahooMyWeb Bookmark Lavorare il legno in Svezia con il Workshop Stugaproject  at reddit.com Bookmark Lavorare il legno in Svezia con il Workshop Stugaproject  at NewsVine Bookmark Lavorare il legno in Svezia con il Workshop Stugaproject  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Escursioni "nelle miniere dell'Argento Vivo" ...sulle Alpi Apuane

Scritto da Fiamma • Giovedì, 29 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Italia
Apuane underground nelle grotte di Levigliani - La visita guidata alle Miniere "dell'Argento Vivo" le più antiche dell'Alta Toscana, ha una durata di circa un'ora e si sviluppa lungo un percorso attrezzato di 700 mt. alla scoperta degli antichi giacimenti, accompagnati da una guida e muniti di caschetti da minatori.



La visita guidata inizia nel cantiere della "Cava Romana" dove si può notare il metodo di scavo a pozzi inclinati lungo le vene di roccia mineralizzate collegati all'esterno con gallerie orizzontali moderne per il carreggio del minerale.

Una delle particolarità che possiamo trovare nelle gallerie è la presenza di mercurio liquido allo stato nativo che rappresenta una peculiarità a livello mondiale.

Il percorso continua poi verso i cantieri della "Cavetta" al di sopra dei quali si ritrovano discenderie inclinate in cui sono installati vecchi tubi e tramogge per lo scarico del minerale dai livelli soprastanti.


>>Continua a leggere "Escursioni "nelle miniere dell'Argento Vivo" ...sulle Alpi Apuane"

2241 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Escursioni "nelle miniere dell'Argento Vivo" ...sulle Alpi Apuane Technorati Escursioni "nelle miniere dell'Argento Vivo" ...sulle Alpi Apuane Google Escursioni "nelle miniere dell'Argento Vivo" ...sulle Alpi Apuane Bookmark Escursioni "nelle miniere dell'Argento Vivo" ...sulle Alpi Apuane  at del.icio.us Digg Escursioni "nelle miniere dell'Argento Vivo" ...sulle Alpi Apuane Bookmark Escursioni "nelle miniere dell'Argento Vivo" ...sulle Alpi Apuane  at YahooMyWeb Bookmark Escursioni "nelle miniere dell'Argento Vivo" ...sulle Alpi Apuane  at reddit.com Bookmark Escursioni "nelle miniere dell'Argento Vivo" ...sulle Alpi Apuane  at NewsVine Bookmark Escursioni "nelle miniere dell'Argento Vivo" ...sulle Alpi Apuane  with wists Bookmark using any bookmark manager!

25 aprile ad Ortinparco: dedicato alla coltura dell’orto e del giardino

Scritto da Fiamma • Martedì, 20 aprile 2010 • Commenti 4 • Categoria: Trentino Alto Adige

Dal 23 aprile al 2 maggio va in scena Ortinparco, una manifestazione dedicata alla cultura e coltura dell’orto e del giardino.
L’evento è proposto nello storico Parco delle Terme di Levico, in Valsugana, a 20 Km da Trento.
In questo contesto verranno reinterpretate tradizioni colturali e culturali, saggezze contadine e sapienze artigianali, nella logica del mantenimento della memoria storica e del genius loci.



Proprio negli ultimi mesi l'orto e le tecniche di plantumazione per autoproduzione, sono tornate alla ribalta sulla scia della scelta naturalista di alcuni personaggi noti del jet set internazionale, prima fra tutte la first lady americana Michelle Obama, che le hanno “sdoganate”, rendendole un'occupazione “cool” anche nelle città.

L’intento di questa manifestazione è quello di portare la coltivazione su un piano di nobiltà, non solo come un fatto agricolo, ma anche come una grande occasione di progettualità, socialità e di cultura.
La manifestazione, che si tiene nel week-end del 25 aprile, in corrispondenza con l’inizio della stagione di coltivazione, ha fra gli obiettivi la sensibilizzazione di cittadini, tecnici e amministratori sull’importanza della cura degli orti familiari e dei giardini per il paesaggio e il benessere.
Ogni anno il parco si anima con mostre, momenti di comunicazione (seminari, laboratori didattici, convegni e conferenze) e allestimenti di orti giardino realizzati da associazioni, scuole, giardinerie comunali, enti e da semplici cittadini.


>>Continua a leggere "25 aprile ad Ortinparco: dedicato alla coltura dell’orto e del giardino"

6672 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon 25 aprile ad Ortinparco: dedicato alla coltura dell’orto e del giardino Technorati 25 aprile ad Ortinparco: dedicato alla coltura dell’orto e del giardino Google 25 aprile ad Ortinparco: dedicato alla coltura dell’orto e del giardino Bookmark 25 aprile ad Ortinparco: dedicato alla coltura dell’orto e del giardino  at del.icio.us Digg 25 aprile ad Ortinparco: dedicato alla coltura dell’orto e del giardino Bookmark 25 aprile ad Ortinparco: dedicato alla coltura dell’orto e del giardino  at YahooMyWeb Bookmark 25 aprile ad Ortinparco: dedicato alla coltura dell’orto e del giardino  at reddit.com Bookmark 25 aprile ad Ortinparco: dedicato alla coltura dell’orto e del giardino  at NewsVine Bookmark 25 aprile ad Ortinparco: dedicato alla coltura dell’orto e del giardino  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Trentino Alto Adige: SPAZIALE! l'astronomia in mostra

Scritto da Fiamma • Mercoledì, 10 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Trentino Alto Adige
Se Aristotele e Newton potessero spiegarci le loro scoperte, cosa direbbero?
All'interno della mostra “Spaziale”, il visitatore cammina fra 30 postazioni interattive, accompagnato dalla voce dei più grandi scienziati della storia, per comprendere, divertendosi, i moti celesti, la luce e la gravità.

Inagurata dal Museo Tridentino di Scienze Naturali venerdì 29 gennaio, propone un percorso attraverso cinque sezioni, un viaggio spaziale ma anche temporale, che, dalle credenze astrologiche degli antichi greci condurrà il visitatore fino alle scenografie futuristiche di Guerre Stellari.

La prima tappa dell'esplorazione cosmica si occupa delle credenze ancestrali, quando le prime civiltà sulla Terra hanno alzato gli occhi al cielo per dare il nome ai segni zodiacali e si sono stupite per le stelle cadenti e per i meteoriti, senza dimenticare le teorie di Tolomeo e Aristotele sul funzionamento del sistema solare.

Il passo successivo, nella seconda sezione, è all'interno della scienza di Galileo e Newton, con esperimenti che dimostrano la precisione delle scoperte del periodo dei Lumi, dalla rotazione terrestre alla gravità.

Con la terza sezione si approda invece alla modernità di pensiero di Maxwell e Einstein: partendo da queste teorie, al visitatore viene spiegato perché guardandosi allo specchio sulla Luna, la sua immagine si rifletterebbe con 2 secondi di ritardo e come la sua voce risuonerebbe ad anni luce di distanza.


>>Continua a leggere "Trentino Alto Adige: SPAZIALE! l'astronomia in mostra"

1403 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Trentino Alto Adige: SPAZIALE! l'astronomia in mostra Technorati Trentino Alto Adige: SPAZIALE! l'astronomia in mostra Google Trentino Alto Adige: SPAZIALE! l'astronomia in mostra Bookmark Trentino Alto Adige: SPAZIALE! l'astronomia in mostra  at del.icio.us Digg Trentino Alto Adige: SPAZIALE! l'astronomia in mostra Bookmark Trentino Alto Adige: SPAZIALE! l'astronomia in mostra  at YahooMyWeb Bookmark Trentino Alto Adige: SPAZIALE! l'astronomia in mostra  at reddit.com Bookmark Trentino Alto Adige: SPAZIALE! l'astronomia in mostra  at NewsVine Bookmark Trentino Alto Adige: SPAZIALE! l'astronomia in mostra  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Machina. Tecnologia dell’antica Roma

Scritto da Fiamma • Domenica, 27 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Roma
dal 22 dicembre 2009 al 5 aprile 2010 Museo della Civiltà Romana saranno svelati al pubblico i segreti delle macchine che hanno contribuito alla costruzione e alla gestione dell’Impero.


Tecnologia dell’Antica Roma farà poi tappa all’estero, in un lungo giro fino al 2011.
Machina. Tecnologia dell’Antica Roma propone oltre 100 esempi di tecnologia suddivisi tra reperti archeologici, ricostruzioni virtuali, macchine, meccanismi e opere in scala.

Ben 47 calchi dalla collezione del Museo della Civiltà Romana e 32 frammenti, tra cui degli inediti provenienti dall’Antiquarium comunale, arricchiscono e completano la mostra.

Attraverso le macchine esposte, ricostruite ex-novo dall’artigiano fiorentino Gabriele Niccolai sulla base di studi di reperti e testimonianze, sarà possibile comprenderne i principi tecnologici di funzionamento e la manovrabilità.
Inoltre, tutte le opere e i macchinari esposti saranno pubblicati in un Catalogo di 296 pp. a cura di Palombi Editore, che sarà presentato in occasione della Mostra.


>>Continua a leggere "Machina. Tecnologia dell’antica Roma"

1157 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Machina. Tecnologia dell’antica Roma Technorati Machina. Tecnologia dell’antica Roma Google Machina. Tecnologia dell’antica Roma Bookmark Machina. Tecnologia dell’antica Roma  at del.icio.us Digg Machina. Tecnologia dell’antica Roma Bookmark Machina. Tecnologia dell’antica Roma  at YahooMyWeb Bookmark Machina. Tecnologia dell’antica Roma  at reddit.com Bookmark Machina. Tecnologia dell’antica Roma  at NewsVine Bookmark Machina. Tecnologia dell’antica Roma  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Bologna: Guglielmo Marconi Premio Nobel 1909-2009

Scritto da Fiamma • Giovedì, 3 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Bologna
Il 10 dicembre 1909 Guglielmo Marconi ricevette a Stoccolma il Premio Nobel per la Fisica. Il 10 dicembre 2009 - esattamente cento anni dopo - s'inaugura a Palazzo d'Accursio, in Piazza Maggiore a Bologna, la mostra «Guglielmo Marconi Premio Nobel 1909-2009», che ricorda l'inventore bolognese e la formidabile impresa che lo portò a meritare quel premio.


Sede principale dell'allestimento sarà Sala d'Ercole in Palazzo d'Accursio, con isole espositive collaterali in Salaborsa e nel cortile dello stesso Palazzo d'Accursio.
Sedi periferiche saranno il Museo del Patrimonio Industriale (via della Beverara 123, Bologna), il Museo Marconi di Villa Griffone, a Pontecchio Marconi (BO) e il Museo Pelagalli Mille Voci Mille Suoni (via Col di Lana 7/N, Bologna).

La mostra si avvale del contributo scientifico del Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci di Milano. Obiettivo della mostra «Guglielmo Marconi Premio Nobel 1909-2009» è restituire alla figura dell'inventore quella "nobiltà" che proprio il Premio Nobel - vinto a soli 35 anni - gli attribuì nel 1909.

Tanto ammirato e osannato in vita quanto dimenticato o comunque trascurato nella seconda parte del Novecento, Marconi - ritornato alla pubblica attenzione a partire dal 1995 (centenario dei primi esperimenti di radiotelegrafia) - sta infatti risalendo i gradini della notorietà con la sola forza della sua invenzione: il wireless, vale a dire la modalità tecnica che maggiormente connota, in tutto il mondo, l'inizio del Terzo Millennio.

La mostra esplora le condizioni e le premesse che consentirono a Marconi il balzo improvviso della sua impresa, gli sviluppi tecnologici e industriali da lui stesso portati avanti, il trionfo del suo sistema di telegrafia senza fili e la complessa vicenda che indusse l'Accademia di Svezia a conferirgli il Nobel per la Fisica.


>>Continua a leggere "Bologna: Guglielmo Marconi Premio Nobel 1909-2009"

1506 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Bologna: Guglielmo Marconi Premio Nobel 1909-2009 Technorati Bologna: Guglielmo Marconi Premio Nobel 1909-2009 Google Bologna: Guglielmo Marconi Premio Nobel 1909-2009 Bookmark Bologna: Guglielmo Marconi Premio Nobel 1909-2009  at del.icio.us Digg Bologna: Guglielmo Marconi Premio Nobel 1909-2009 Bookmark Bologna: Guglielmo Marconi Premio Nobel 1909-2009  at YahooMyWeb Bookmark Bologna: Guglielmo Marconi Premio Nobel 1909-2009  at reddit.com Bookmark Bologna: Guglielmo Marconi Premio Nobel 1909-2009  at NewsVine Bookmark Bologna: Guglielmo Marconi Premio Nobel 1909-2009  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Asolo Recycled Art Festival 'Ridare utilita' e bellezza a oggetti considerati rifiuti'

Scritto da Fiamma • Venerdì, 23 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Italia
Asolo Recycled Art Festival 'Ridare utilita' e bellezza a oggetti considerati rifiuti'

Ridare utilità e bellezza a oggetti considerati rifiuti, ripensare gli scarti della nostra vita quotidiana per dare loro un nuovo posto nel mondo attraverso l'arte. Dal 23 al 25 ottobre l'Asolo Recycled Art Festival immerge nel riuso creativo di tutto cio' che ogni giorno viene rifiutato.

L'idea di fondo e' semplice ma esplosiva: un oggetto già utilizzato una volta, puo' essere utilizzato ancora, ed aprire a mille mondi possibili. Plastica, gomma, legno e carta, manipolati con altri materiali (di scarto), combinati e contaminati in soluzioni inedite, alleggeriscono i sacchetti della spazzatura e diventano materia (prima) per nuove opere d'arte.

Asolo diventa un laboratorio, un atelier dove posare per un capo d'alta moda fatto su misura, un giardino fiorito con animali, ma anche una galleria per sculture e installazioni futuriste. Tutto assolutamente riciclato.

Sono sedici gli artisti provenienti dal Veneto, ma anche da diverse regioni d'Italia e dall'estero, che per tre giorni saranno al lavoro tra le vie e le piazze del centro storico, a tu per tu con il pubblico, impegnati a dare forma alle loro creazioni.


>>Continua a leggere "Asolo Recycled Art Festival 'Ridare utilita' e bellezza a oggetti considerati rifiuti'"

1055 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Asolo Recycled Art Festival 'Ridare utilita' e bellezza a oggetti considerati rifiuti' Technorati Asolo Recycled Art Festival 'Ridare utilita' e bellezza a oggetti considerati rifiuti' Google Asolo Recycled Art Festival 'Ridare utilita' e bellezza a oggetti considerati rifiuti' Bookmark Asolo Recycled Art Festival 'Ridare utilita' e bellezza a oggetti considerati rifiuti'  at del.icio.us Digg Asolo Recycled Art Festival 'Ridare utilita' e bellezza a oggetti considerati rifiuti' Bookmark Asolo Recycled Art Festival 'Ridare utilita' e bellezza a oggetti considerati rifiuti'  at YahooMyWeb Bookmark Asolo Recycled Art Festival 'Ridare utilita' e bellezza a oggetti considerati rifiuti'  at reddit.com Bookmark Asolo Recycled Art Festival 'Ridare utilita' e bellezza a oggetti considerati rifiuti'  at NewsVine Bookmark Asolo Recycled Art Festival 'Ridare utilita' e bellezza a oggetti considerati rifiuti'  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Lugano: Corpo, automi, robot. Tra arte, scienza e tecnologia

Scritto da Fiamma • Mercoledì, 30 settembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Svizzera
Il Museo d’Arte, nell’ambito delle iniziative promosse dal Polo Culturale della Città di Lugano, organizza, in collaborazione con la Fondazione Antonio Mazzotta di Milano, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano e il Museo Cantonale d’Arte di Lugano la mostra “Corpo, automi, robot. Tra arte, scienza e tecnologia”, la quale affronta con un approccio interdisciplinare il rapporto tra il corpo umano e la rappresentazione che di esso è stata data da parte delle arti, della scienza e della tecnologia, soprattutto per quanto riguarda la dinamica dell’imitazione del corpo (con gli automi) e della sua sostituzione (con i robots).


L’importante appuntamento espositivo è destinato a rappresentare, nell’autunno del 2009, l’offerta culturale più rilevante della Città di Lugano e sarà allestito presso le sedi del Museo d’Arte (Villa Malpensata e Villa Ciani) e del Museo Cantonale d’Arte, il quale completa il progetto approfondendo la tematica del volto con una mostra intitolata “Guardami. Il volto e lo sguardo nell’arte 1969-2009”.

La complessità e le meraviglie del funzionamento del corpo umano sono state oggetto di studio e fonte di ispirazione per le invenzioni delle arti e i progressi della scienza fin dall’antichità. Gli spunti per articolare l’esposizione sono molteplici; “Corpo, automi, robot. Tra arte, scienza e tecnologia” si incentrerà sul tema del “corpo”.

Attraverso il rapporto imitazione-sostituzione si arriva a dimostrare la sostanziale contiguità tra corpo e suo sostituto artificiale, fino all’innesto della tecnologia sul corpo.

La mostra si comporrà di due sezioni: la prima, dedicata alla storia degli automi, propone un excursus dalla Grecia classica ai nostri giorni, includendo prodotti della più avanzata tecnologia e la loro applicazione, quali robot, androidi, ecc. (Villa Ciani); la seconda darà spazio alla riflessione sulla creazione artistica dell’età moderna e contemporanea incentrata sul rapporto corpo-macchina e corpo-tecnologia (Villa Malpensata).


>>Continua a leggere "Lugano: Corpo, automi, robot. Tra arte, scienza e tecnologia"

3047 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Lugano: Corpo, automi, robot. Tra arte, scienza e tecnologia Technorati Lugano: Corpo, automi, robot. Tra arte, scienza e tecnologia Google Lugano: Corpo, automi, robot. Tra arte, scienza e tecnologia Bookmark Lugano: Corpo, automi, robot. Tra arte, scienza e tecnologia  at del.icio.us Digg Lugano: Corpo, automi, robot. Tra arte, scienza e tecnologia Bookmark Lugano: Corpo, automi, robot. Tra arte, scienza e tecnologia  at YahooMyWeb Bookmark Lugano: Corpo, automi, robot. Tra arte, scienza e tecnologia  at reddit.com Bookmark Lugano: Corpo, automi, robot. Tra arte, scienza e tecnologia  at NewsVine Bookmark Lugano: Corpo, automi, robot. Tra arte, scienza e tecnologia  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Roma: XLUNA. L'astro della notte sbarca al Planetario

Scritto da Fiamma • Lunedì, 27 luglio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Roma
Fino al 29 Luglio 2009 - XLUNA. L'astro della notte sbarca al Planetario.


40 anni dopo che il piede di Neil Armstrong si posò sul Mare della Tranquillità, è finalmente tempo di lasciare anche la nostra personale impronta sulla Luna.

Il Planetario di Roma festeggerà il quarantesimo anniversario dell’Apollo 11 con l’evento “XLuna”.

L’astro della notte sbarca al Planetario accompagnato da una rassegna di spettacoli, concerti, conferenze, osservazioni al telescopio, laboratori e altre attività lunari rivolte al pubblico di tutte le età.

Tutte le sere dal 21 al 26 luglio (ore 21 e 22:30) la programmazione degli spettacoli sarà interamente dedicata al satellite terrestre, con gli spettacoli: “Storia Alternativa della Luna”, “Piccolo Atlante Lunare”, “Rosso di Luna”, “Il Grande Allunaggio del Dottor Stellarium” e “Il Fascino di Selene”. 


>>Continua a leggere "Roma: XLUNA. L'astro della notte sbarca al Planetario"

1090 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Roma: XLUNA. L'astro della notte sbarca al Planetario Technorati Roma: XLUNA. L'astro della notte sbarca al Planetario Google Roma: XLUNA. L'astro della notte sbarca al Planetario Bookmark Roma: XLUNA. L'astro della notte sbarca al Planetario  at del.icio.us Digg Roma: XLUNA. L'astro della notte sbarca al Planetario Bookmark Roma: XLUNA. L'astro della notte sbarca al Planetario  at YahooMyWeb Bookmark Roma: XLUNA. L'astro della notte sbarca al Planetario  at reddit.com Bookmark Roma: XLUNA. L'astro della notte sbarca al Planetario  at NewsVine Bookmark Roma: XLUNA. L'astro della notte sbarca al Planetario  with wists Bookmark using any bookmark manager!

Roma: la notte della luna

Scritto da Fiamma • Domenica, 19 luglio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Roma
Sono passati 40 anni da quel 20 luglio del 1969 quando Neil Armstrong sbarcò per la prima volta sulla luna.

Un avvenimento che tutto il mondo visse con il fiato sospeso in una sorta di primo grande evento globale della storia. Per l'occasione il Comune di Roma promuove una serie di iniziative in programma fino al 29 luglio in diversi punti della città, riunite sotto il titolo "La Luna ha 40 anni. Rivivi la conquista di un sogno. Anniversario dello sbarco sulla luna".

Momento culminante dell'evento, la sera del 20 luglio in Piazza del Popolo, che farà rivivere le emozioni della notte tra il 20 e il 21 luglio del 1969.

La "Notte della Luna" di Piazza del Popolo avrà inizio alle 21 con il talk show "500 lune fa, 40 anni dall'Apollo 11", rievocazione della missione insieme ad alcuni testimoni dell'evento, giornalisti, scienziati, astronauti. Testimonianze e interviste si alterneranno ad immagini e filmati originali, consentendo agli spettatori di rivivere i momenti più emozionanti di quell'indimenticabile avventura.

Tra i partecipanti Piero Angela, Tito Stagno, che dello sbarco condusse la diretta televisiva, l'astronauta Roberto Vittori. Il talk show sarà aperto dalla presentazione in anteprima nazionale del concerto per astronauta e orchestra "Infinite spaces" alla presenza del Maestro Ennio Morricone, che ha contribuito alla composizione della partitura e introdurrà l'ascolto.


>>Continua a leggere "Roma: la notte della luna "

2611 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Roma: la notte della luna  Technorati Roma: la notte della luna  Google Roma: la notte della luna  Bookmark Roma: la notte della luna   at del.icio.us Digg Roma: la notte della luna  Bookmark Roma: la notte della luna   at YahooMyWeb Bookmark Roma: la notte della luna   at reddit.com Bookmark Roma: la notte della luna   at NewsVine Bookmark Roma: la notte della luna   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Estate in città - Milano: Astronomia in una notte di mezza estate

Scritto da Fiamma • Giovedì, 18 giugno 2009 • Commenti 0 • Categoria: Milano
Il Planetario “Ulrico Hoepli” di corso Venezia 57 sarà aperto eccezionalmente al pubblico dalle ore 18 alle ore 24, per tre giorni alla settimana, a partire dal 7 luglio fino alla fine di agosto Il Planetario di corso Venezia.

Apertura straordinaria e ingresso gratuito invece il 20 luglio per il 40° anniversario dello sbarco sulla luna. Lo ha annunciato l’assessore Massimiliano Finazzer Flory: “In occasione dell’Anno Internazionale dell’Astronomia e delle celebrazioni per i 400 anni dalle prime osservazioni del cielo al telescopio di Galileo Galilei, il Planetario si apre ai cittadini come non aveva mai fatto. E’ un modo per avvicinare alla scienza i milanesi e quanti passeranno l’estate in città..”.

L’apertura estiva del Planetario rientra tra le iniziative di “Milano – Scienza, Milano – Mondo”....


>>Continua a leggere "Estate in città - Milano: Astronomia in una notte di mezza estate"

839 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon Estate in città - Milano: Astronomia in una notte di mezza estate Technorati Estate in città - Milano: Astronomia in una notte di mezza estate Google Estate in città - Milano: Astronomia in una notte di mezza estate Bookmark Estate in città - Milano: Astronomia in una notte di mezza estate  at del.icio.us Digg Estate in città - Milano: Astronomia in una notte di mezza estate Bookmark Estate in città - Milano: Astronomia in una notte di mezza estate  at YahooMyWeb Bookmark Estate in città - Milano: Astronomia in una notte di mezza estate  at reddit.com Bookmark Estate in città - Milano: Astronomia in una notte di mezza estate  at NewsVine Bookmark Estate in città - Milano: Astronomia in una notte di mezza estate  with wists Bookmark using any bookmark manager!