Siti Unesco Italia: quanti sono e quali i più belli?

L’Italia può vantare il maggior numero di siti UNESCO in tutto il mondo, a dimostrazione del grandissimo pregio artistico, architettonico e culturale italiano. In totale sono 58 i siti italiani nominati patrimonio dell’Unesco, relativamente a monumenti, centri storici e tanto altro ancora. Si tratta di veri e propri pregi estetici e culturali, che meritano di essere considerati. Ma quali sono i siti UNESCO più belli in Italia e quali quelli che sono meritevoli di menzione?

Quanti sono i siti UNESCO in Italia?

I siti UNESCO italiani sono 58, di cui 5 naturali, rappresentati dalle Isole Eolie, dal Monte San Giorgio, dalle Dolomiti, dal monte Etna e dalle antiche faggete primordiali dei Carpazi e di altre regioni d’Europa, mentre gli altri 53 siti del patrimonio mondiale sono ripartiti tra paesaggi naturali, siti archeologici, monumenti di grandissimo interesse, paesaggi e centri storici. In totale, dunque, l’Italia può contare su un numero di 58 siti presenti all’interno della lista UNESCO, un vero e proprio record se si considera che la penisola è il paese con più siti UNESCO in tutto il mondo.

Quali sono i siti UNESCO più belli in Italia?

Risulta essere impossibile scegliere tra tutti i siti UNESCO che sono stati nominati nel corso degli anni, dal momento che ognuno degli stessi è stato in grado di ottenere il prezioso riconoscimento in virtù di un pregio o di un valore aggiunto per la cultura e la storia italiana. Di certo, tra i siti UNESCO più rappresentativi c’è il celebre centro storico di Napoli, nominato nel 1995, e rappresenta un incredibile palcoscenico a cielo aperto per le sue strade, i suoi palazzi e la cultura che sa donare a tutti i turisti.

Nominati nel 2021, i portici di Bologna rappresentano un’opera architettonica e culturale di grandissimo valore, degna di menzione e considerazione. Non si possono non prendere in esame, tra i siti UNESCO, le aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata, che sanno suggerire, attraverso scavi, resti e opere dal grandissimo valore culturale, quale sia stata la storia delle civiltà antiche. Infine, meritano una grande considerazione anche la chiesa e il convento domenicano di Santa Maria delle Grazie e il Cenacolo di Leonardo Da Vinci, nominato sito UNESCO nel 1980, oltre che il celebre monte Etna, vulcano più alto in Europa che è stato incluso all’interno della celebre lista a partire dal 2013.